facebook rss

Antonio Pettinari
nel Cda della Quadrilatero

INCARICO - La scelta del presidente della Provincia di Macerata è arrivata ieri a Roma. Il governatore Ceriscioli: «Saprà stimolare un’esecuzione dei lavori all’insegna della qualità dei collegamenti necessari per la rinascita delle aree interne di Marche e dell’Umbria»
giovedì 13 Giugno 2019 - Ore 17:01
Print Friendly, PDF & Email

 

Antonio Pettinari

 

Entra nel cda della Quadrilatero il presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari. L’incarico gli è stato conferito a Roma nella serata di ieri nel corso nel corso dell’Assemblea ordinaria degli azionisti, chiamata a nominare i cinque consiglieri del Cda che gestirà la società nel triennio 2019-2021, dopo la cessazione dalla carica dell’amministratore unico, Guido Perosino. «Pettinari sarà la voce dei territori, delle loro istanze, della loro esigenza di ultimare i cantieri in corso» ha detto il presidente della Regione, Luca Ceriscioli. L’indicazione di Pettinari è venuta, congiuntamente, dalla compagine azionaria detenuta dalle istituzioni locali e votata dai rappresentanti di Marche e Umbria presenti all’Assemblea. «Abbiamo voluto un uomo delle istituzioni che fosse espressione di una sintesi territoriale condivisa – ha detto ancora Ceriscioli -. Pettinari è garanzia di esperienza amministrativa e istituzionale. Saprà stimolare un’esecuzione dei lavori all’insegna della qualità dei collegamenti necessari per la rinascita delle aree interne di Marche e dell’Umbria. Una nomina, in definitiva, frutto del gioco di squadra istituzionale e dell’esperienza del candidato scelto unanimemente». La Quadrilatero Marche Umbria spa è una società pubblica di progetto, senza scopo di lucro, controllata da Anas, per realizzare un’infrastruttura viaria integrata a sostegno dello sviluppo economico e industriale del territorio umbro e marchigiano. Azionisti sono, insieme all’Anas, la Regione, Sviluppumbria spa della Regione Umbria, Provincia di Macerata, Provincia di Perugia, Camere di commercio delle Marche e di Perugia.

</

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X