facebook rss

La scomparsa di Andrea Merloni:
«Talento e passione,
ha dato tanto alle Marche»

LUTTO - Commozione e tanti messaggi di cordoglio alla famiglia del fabrianese deceduto a 53 anni nella sua casa di Milano. La Fondazione Aristide Merloni: «Brillante e con grande senso dell'ironia». Sabatini, presidente Camera Commercio: «Ha rincorso i suoi sogni, portato avanti le sue passioni, difeso le sue idee e deciso di mettersi in gioco scegliendo di essere imprenditore»
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Merloni

 

 

Non ha toccato solo il cuore dei fabrianesi la commozione per la scomparsa prematura dell’imprenditore Andrea Merloni, ex presidente di Indesit Company e Benelli, avvenuta ieri per un malore nella sua casa di Milano. Aveva 53 anni. Sono in tanti, in queste ore, a rendere omaggio al suo ricordo. «“Brillante e con grande senso dell’ironia…” Chi ha avuto modo di conoscerlo, pensava questo di lui.- Andrea, figlio di Vittorio e nipote di Francesco Merloni se ne è andato prematuramente. Ieri a tarda serata, l’improvvisa e triste notizia. Fondazione Aristide Merloni con silenzioso rispetto porge le più sentite condoglianze alla famiglia e in particolar modo alla madre Franca, al fratello Aristide e alle sorelle Maria Paola e Antonella». E’ il messaggio della fondazione istituita dalla famiglia, che dal 1985 pubblica la ‘Classifica delle Imprese Manifatturiere Marchigiane’.

Manifesta cordoglio a nome della comunità marchigiana e delle istituzioni regionali anche il governatore Francesco Acquaroli per la perdita dell’imprenditore di 53 anni, separato e senza figli. «Profondamente colpito per la prematura e improvvisa scomparsa dell’imprenditore Andrea Merloni, – scrive – esprimo a nome della Giunta Regionale, della comunità marchigiana e mio personale, il più sentito cordoglio e la sincera partecipazione al grande dolore che ha colpito i suoi cari e la comunità fabrianese». Andrea Merloni era stato vice presidente di Confindustria Ancona dal 2013 al 2014 e dal 2010 al 2013 ed aveva partecipato come “invitato” alla Giunta nazionale di Confindustria, seguendo le orme del padre Vittorio. Stamattina anche il presidente di Confindustria Marche con i vertici dell’Unione Industriali Ancona e Pesaro Urbino, Claudio Schiavoni, ha parlato di «un duro colpo per tutti noi, una perdita davvero tragica. Anche se da tempo si era allontanato dal sistema confindustriale voglio ricordarlo al mio fianco come vice presidente, quando presi le redini di Confindustria Ancona nel 2013. Poi ha fatto altre scelte di vita, ma mi piace pensare che un pezzo di lui sia sempre rimasto legato al territorio, su cui ha investito tanto, soprattutto nel suo ruolo di presidente di Indesit prima della cessione. E ha sempre avuto la passione di intraprendere». «Andrea Merloni ha incarnato a pieno il senso di essere giovane imprenditore: ha rincorso i suoi sogni, ha portato avanti le sue passioni, ha difeso le sue idee. Ha deciso di mettersi in gioco scegliendo di essere imprenditore: è un dolore prendere atto che la sua meta sia arrivata troppo presto» rammenta anche Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche.

Anche l’Istao e la comunità dei suoi soci e allievi si sono uniti al dolore della famiglia. «Con grande tristezza abbiamo appreso della prematura ed improvvisa scomparsa di Andrea Merloni, imprenditore appassionato, prima in Benelli e poi in Indesit, che ha guidato con generoso entusiasmo il nostro Istituto dal 2011 al 2015». Dal mondo della politica poi si è levata invece  la voce della parlamentare pentastellata Patrizia Terzoni, di origine fabrianese. «Fabriano piange, insieme alla famiglia Merloni, il figlio di Vittorio, Andrea. Mi stringo al dolore dei familiari» scrive la deputata del M5S. «Un dolorosissimo lutto per la nostra comunità regionale e un’irreparabile perdita per il mondo economico marchigiano. – ha aggiunto il capogruppo regionale del Partito Democratico Maurizio Mangialardi – La prematura scomparsa di Andrea Merloni strappa alla nostra terra un uomo e un imprenditore che fin da giovanissimo, dando continuamente prova di talento e passione, tanto ha dato alle Marche, prima ai vertici della Indesit Company, a cui dedicò le sue migliori energie, e poi con il coraggioso tentativo di rilancio dello storico marchio Benelli, uno dei pezzi più pregiati dell’industria marchigiana e prestigioso simbolo del motociclismo nazionale. A nome mio e di tutto il gruppo regionale del Partito Democratico, esprimo il più sentito cordoglio alla famiglia Merloni». Il consigliere comunale Udc di Ancona, Arnaldo Ippoliti, attinge invece dagli scampoli di memoria l’immngine dell’imprenditore fabrianese appassionato di moto oltre che di mare. Aveva infatti rilevato lo storico marchio della Benelli. «Tanti ricordi…con la tua Benelli corse a Misano… Hai raggiunto papà, il grande Vittorio. Buon viaggio Andrea, rip» scrive l’avvocato Ippoliti.

(Redazione CA)

 

Andrea Merloni morto in casa a Milano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X