facebook rss

Offagna ha pagato tutti i conti
del dissesto finanziario, il sindaco:
«Potremo finanziare opere strategiche»

BILANCI - Ezio Capitani annuncia la chiusura della gestione straordinaria di liquidazione aperta nel 2016 annunciando l'intenzione di partecipare alle opportunità offerte dal Pnrr per realizzare opere nei settori della scuola, dissesto idrogeologico, viabilità, sicurezza, pubblica illuminazione, turismo, rigenerazione urbana e banda ultralarga
Print Friendly, PDF & Email

 

Offagna esce del tutto dal tunnel della gestione straordinaria di liquidazione del crediti, aperta a seguito del dissesto finanziario del 2016 e pensa alla concreta realizzazione di nuovi progetti. Il passaggio finale di questo lungo percorso è stata sancito da una recente delibera del commissario straordinario Alfonso Agostino Soloperto. A comunicare la bella notizia è il sindaco Ezio Capitani.

Ezio Capitani

«Si è chiusa con la delibera numero 16 del 27 dicembre 2021 del commissario straordinario di liquidazione, la gestione straordinaria di liquidazione dei crediti ammessi alla procedura semplificata, a seguito della dichiarazione di dissesto finanziario del 2016. Si chiude così anche contabilmente questa vicenda che ha visto il Comune di Offagna accettare la proposta dell’organo straordinario di liquidazione con delibera di giunta numero 4 del 13 luglio 2017, a meno di un mese dall’insediamento della nuova amministrazione» specifica Ezio Capitani nella sua nota.

«Questo passaggio assume una fondamentale importanza non soltanto sul piano simbolico in quanto consentirà di liberare consistenti risorse entro la metà del 2022, accantonate per legge in questi anni, che serviranno per finanziare e co-finanziare alcune opere in settori strategici per il nostro territorio che l’ Amministrazione comunale sta portando avanti anche nell’ottica di partecipare quanto più possibile alle opportunità offerte da questa fase di rilancio attraverso il Pnrr ed altre opportunità meno conosciute ma non meno importanti. – aggiunge il sindaco – Infatti questa formula rappresenterà anche per gli anni a venire l’unica fonte di finanziamento per importanti opere pubbliche in quanto già da diversi anni è stato raggiunto il livello massimo di indebitamento da mutui. Si tratta di importanti progetti in settori di vitali importanza per Offagna quali scuola, dissesto idrogeologico, viabilità, sicurezza, pubblica illuminazione, turismo, rigenerazione urbana, banda ultralarga, ecc. che confluiranno in un piano strategico per i prossimi anni e che più dettagliatamente verrà presentato nei prossimi mesi».

Le parole finali del sindaco del borgo medievale sono dedicate al ringraziamento del commissario straordinario Alfonso Agostino Soloperto «per il prezioso lavoro condotto in questi anni in piena sintonia con l’Amministrazione comunale e tutto il nostro personale che lo ha supportato con grande disponibilità e competenza. Colgo l’occasione per augurare a tutti un buon 2022 con la speranza di potere uscire quanto prima da questa terribile pandemia. Nel frattempo raccomando a tutti la massima prudenza e rispetto delle regole per i prossimi festeggiamenti. Buon anno a tutti».

 

Offagna esce dall’incubo del dissesto finanziario e torna a investire sul futuro

Morte del piccolo Amos Guzzini, c’è l’accordo sul risarcimento: il Comune paga 589mila euro

Offagna oltre il dissesto: bene i conti ma ora mancano i dipendenti comunali

Dissesto, verso la fine dell’incubo: il Ministero approva i bilanci di Offagna

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X