facebook rss

Vaccini aggiornati ok per gli over 12,
somministrazioni al via dal 1 ottobre

LA REGIONE fa sapere che il ministero della Salute ha autorizzato i bivalenti aggiornati anti Covid anche per i più piccoli, prenotazioni dal 30 settembre
Print Friendly, PDF & Email

 

Anche per gli over 12 sono stati autorizzati i vaccini bivalenti aggiornati anti Covid e sarà quindi possibile prenotare la somministrazione della quarta dose anche per i più giovani da venerdì alle 10 sul portale di Poste italiane. I vaccini, aggiornati alle varianti Omicron BA.4-5 (Pfizer e Moderna), saranno disponibili quindi nei centri vaccinali da sabato 1 ottobre. «Anche se il ministero della Salute, in una circolare del 23 settembre scorso – spiega la Regione – specifica che al momento non ci sono evidenze per poter esprimere un giudizio di uso preferenziale di uno dei diversi vaccini bivalenti ad oggi disponibili. Quindi sono da ritenere sostanzialmente equivalenti i vaccini bivalenti aggiornati alla variante Omicron BA.1 e quelli aggiornati alle varianti Omicron BA.4-5 di cui le Marche hanno ricevuto un primo quantitativo. Entrambi i tipi di vaccino  ampliano la protezione contro diverse varianti e possono aiutare a mantenere una difesa ottimale contro la malattia».

In particolare viene raccomandato prioritariamente l’utilizzo delle formulazioni di vaccini a m-Rna bivalenti, «come seconda dose di richiamo a favore di tutte le persone di età superiore ai 60 anni, delle persone con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti di età superiore ai 12 anni, degli operatori sanitari, degli ospiti e operatori delle strutture residenziali e delle donne in gravidanza – specifica la Regione – Come seconda dose di richiamo, dietro valutazione e giudizio clinico specialistico, ai soggetti con marcata compromissione della risposta immunitaria, e ai soggetti trapiantati che hanno già ricevuto un ciclo primario di tre dosi e una successiva prima dose di richiamo, a distanza di almeno 120 giorni da quest’ultima; come prima dose di richiamo, nelle modalità e tempistiche previste per la stessa, a favore dei soggetti di età superiore ai 12 anni che non l’abbiano ancora ricevuta, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il completamento del ciclo primario. Come già evidenziato, tali vaccini potranno, comunque essere resi disponibili su richiesta dell’interessato, come seconda dose di richiamo, per la vaccinazione dei soggetti di almeno 12 anni di età, che abbiano già ricevuto la prima dose di richiamo da almeno 120 giorni. Infine la circolare ministeriale relativamente ai soggetti immunocompromessi – conclude la Regione – indica la possibilità di avere la somministrazione di una ulteriore dose vaccinale (la quinta), dopo il ciclo primario di tre dosi e la prima dose di richiamo».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X