facebook rss

Maltempo e risarcimento danni,
Simone Pugnaloni:
«Chiederò lo stato di calamità»

OSIMO - Il sindaco uscente domani mattina scriverà alla Regione Marche e al Governo per sollecitare il ristoro dei danni subiti dalla città dopo la grandinata di eccezionale violenza. Intanto ringrazia la Protezione civile e le forze dell'ordine impegnate per tutto il pomeriggio ad affrontare e a tamponare le emergenze
Print Friendly, PDF & Email

Il bocat in azione al Borgo di Osimo, davanti alla ferramenta

Maurizio Savino Fortunato, coordinatore della protezione civile di Osimo (secondo a destra) con i suoi ragazzi, pronti a spalare i cumuli di ghiaccio

 

«Domani mattina provvero’ ad inviare una missiva alla Regione Marche ed allo Stato centrale per chiedere lo stato di calamita’ naturale per ristorare la citta’ dai danni subiti. Intanto, a nome mio personale e di tutta la citta’ vogli esprimere un ringraziamento speciale ad una squadra capace, professionale e veloce che ha saputo immediatamente affrontare il maltempo, in particolare la forte grandinata che ha colpito i nostri campi e le nostre strade provocando in alcuni casi anche dei danni a cose e persone». Dopo una giornata difficile, è la promessa di Simone Pugnaloni, sindaco uscente di Osimo, in corsa lper il secondo mandato con il sostegno di Pd, Energia Nuova, Ecologia e Futuro, OsiAmo e Popolari Uniti per Osimo.

La protezione civile di Osimo in via Montello

Il primo cittadino di Osimo in un lungo post pubblicato su fb stasera ha elencato tutti le emergenze che sono state affrontate oggi pomeriggio dopo la grandinata che ha beffato la città. «In via Chiaravallese – racconta -. abbiamo chiamato lo spazzaneve per togliere i circa 20 cm di grandine che coprivano il manto stradale dalla chiesa di San Paterniano fino al ponte prima della Costa dei Gatti dopo l’incrocio per Offagna. La viabilita’ è stata ben gestita dai Carabinieri, dalla Polizia di Stato e dalla Polizia locale e la strada è stata riaperta alle ore 15.30. A seguire è scattata l’intervento in via Fontemurata per dilavamento fango sulla strada. Sono intervenuti ufficio tecnico e reperibili di Astea servizi. La strada e’ stata riaperta alle ore 18. In contemporanea c’è stato l’intervento congiunto con i vigili del fuoco e il gruppo comunale di Protezione civile di Osimo e Castelfidardo in Via Pertini per l’allagamento di un garage. Le squadre hanno tempestivamente risolto il problema».

La grandine accumulata al Borgo di Osimo. Come la neve d’inverno

La macchina dei soccorsi si è poi spostata davanti la ferramenta ‘Catena’, al Borgo, con il gruppo comunale di protezione civile e quello dell’associazione cb-om di Franco Maggi, con gli operai di Astea servizi e della ditta Morroni per liberare dalla grandine che aveva imbiancato lo la piazzetta nel quartiere, in via Montello. «Questo intervento è terminato alle ore 20. – chiude Simone Pugnaloni- Nel frattempo si svolgeva un intervento congiunto dell’Ufficio tecnico e dei vigili del fuoco a protezione di un tratto di mura e per un albero pericolante».

Maltempo, vigili del fuoco in prima linea (Foto)

Grandine e danni alle colture, Mangialardo: «E’ stato di calamità»

Bomba d’acqua e grandine, allagato l’ospedale Osimo-Inrca

Temporale su Ancona e fiume d’acqua in via Flaminia: famiglia bloccata in casa (Foto)

Grandinata su Osimo, Filottrano e Offagna: ambulanza con paziente bloccata in strada per il ghiaccio (Foto/Video)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X