facebook rss

Violano il decreto ‘Io resto a casa’
per appartarsi vicino al cimitero

ANCONA - Nei guai una coppia, sorpresa poco prima dell'alba al Pinocchio intenta ad amoreggiare in auto
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Era regolarmente parcheggiata nei pressi del cimitero del Pinocchio ma, a destare sospetti agli agenti delle Volanti in servizio di pattugliamento intorno alle 5, sono stati i vetri appannati. I poliziotti, avvicinatisi all’auto, hanno notato all’interno due persone. L’uomo e la donna, entrambi 45enni anconetani sono stati subito identificati e alla richiesta di spiegazioni su cosa ci facessero lì e a quell’ora della notte, i due hanno risposto di aver passato la serata insieme per poi appartarsi in luogo isolato in barba a tutte le norme di condotta relative al contenimento del contagio da Coronavirus. Per entrambi è scattata la sanzione ai sensi dell’articolo 650 del codice penale che prevede la denuncia o l’ammenda di 206 euro. Anche questa mattina numerosi sono stati i controlli agli esercizi pubblici che da oggi, e fino al 25 marzo, dovranno rimanere chiusi. Alle 10,20 una Volante, nel transitare nella zona del quartiere Piano San Lazzaro, ha notato un ristorante aperto con tanto di insegna elettronica di entrata con la scritta “Aperto”.
All’interno, i poliziotti hanno identificato il titolare e il suo aiutante mentre stavano alcuni pasti inoltre, sul bancone, gli agenti hanno notato piatti con cibi avanzati e tazzine di caffè consumati poco prima. Il locale è stato quindi chiuso e i due extracomunitari sono stati denunciati e sanzionati per la violazione dell’articolo 650. Intanto i controlli proseguono su tutto il capoluogo dorico e in provincia, rivolti in particolar modo al rispetto delle norme riguardanti le misure urgenti di contenimento del contagio da Coronavirus.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X