facebook rss

Casa di riposo di San Marcello:
tre decessi in 24 ore

COVID - Una situazione sempre più preoccupante, tanto che la Protezione Civile invierà un medico a supporto della struttura. Altri quattro anziani sono stati ricoverati in ospedale, a Jesi
Print Friendly, PDF & Email

La casa di riposo di San Marcello

 

Alla casa di riposo di San Marcello si continua a morire. Sono giorni che dalla struttura gestita dalla fondazione Gregorini non arrivano che brutte notizie. Un’escalation che preoccupa cittadini ma soprattutto il sindaco Graziano Lapi, che quotidianamente si preoccupa di informare la cittadinanza tramite i canali social del Comune, come atto dovuto verso chi sta all’esterno e non può far visita ai propri cari, sia per le restrizioni imposte dal decreto ma anche per le regole interne della struttura dopo i primi focolai di Covid-19. Tre i decessi di altrettante donne di 86, 82 e 90 anni si sono registrati nelle ultime 24 ore. Du erano residenti a Jesi e una a San Marcello. Le loro condizioni avevano destato nei giorni scorsi particolare apprensione. Solo una era ricoverata e si è spenta in ospedale. «Devo purtroppo continuare a dare notizie non buone – fa sapere il sindaco – nella giornata di ieri c’è stato il decesso di due ospiti, uno dei due era ricoverato presso l’ospedale Covid di Jesi, mentre questa mattina intorno alle 5 c’è stato un altro decesso. I tre ospiti scomparsi erano quelli in condizioni di maggiori criticità respiratorie». Le tre anziane decedute si aggiungono dunque ai sette venuti a mancare i giorni scorsi. Una situazione davvero preoccupante, tanto che la casa di riposo di San Marcello (che attualmente accoglie altri 35 ospiti) è stata inserita nelle situazioni di maggior criticità della Vallesina a causa dell’emergenza Covid. «Nel pomeriggio di ieri – aggiunge Lapi – l’Unità Speciale di Continuità Assistenziale della Vallesina è stata nella struttura per un supporto medico agli ospiti. La Protezione Civile regionale mi ha comunicato che da domani sarà operativo un loro medico a disposizione per le case di riposo critiche del Distretto di Jesi. Per quanto riguarda l’apporto della Direzione del Distretto Asur di Jesi, ha facilitato il ricovero nel pomeriggio di oggi presso l’ospedale Covid di Jesi di quattro ospiti della struttura, quelli attualmente in peggiori condizioni di salute».
(tafre)



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page