facebook rss

Un colpo alla gola per uccidere Fiorella
I funerali nella chiesa di San Giuseppe

DELITTO DI VIA SAVERI - L'autopsia del medico legale Adriano Tagliabracci ha evidenziato che la donna è morta dissanguata e ha tentato di difendersi. L'ultimo addio verrà dato venerdì
Print Friendly, PDF & Email

Italo Giuliani e Fiorella Scarponi

 

Si svolgeranno probabilmente nella giornata di venerdì, nella parrocchia San Giuseppe di Jesi, i funerali di Fiorella Scarponi, la donna di 69 anni, moglie del 74enne Italo Giuliani, uccisa dal 25enne Michel Santarelli all’alba di venerdì scorso, dopo che il giovane era entrato nell’appartamento dei due coniugi passando da una finestra al primo piano armato di un pezzo di vetro, spaccato per crearsi un varco e accedere nell’abitazione di via Saveri.
Da definire invece l’orario in cui avverrà la celebrazione. Proprio ieri sera si è svolta infatti l’autopsia sul corpo della donna nel reparto di medicina legale dell’ospedale regionale di Torrette. Ad effettuarla è stato il medico legale Adriano Tagliabracci alla presenza del collega Stefano Luongo, consulente nominato dalla difesa di Santarelli.
A seguito dell’autopsia è emerso che Fiorella Scarponi è deceduta a seguito della profonda ferita riportata al collo e che ha preso sia la trachea che la carotide. Il taglio le è stato fatale, facendola morire dissanguata. Dall’autopsia, durata tre ore, sono state rilevate anche delle ecchimosi che la donna si era procurata nel tentativo probabilmente di difendersi.
Michel Santarelli, accusato di omicidio volontario, si trova tuttora piantonato dalla polizia Penitenziaria in una stanza all’interno del reparto di Psichiatria dell’ospedale Carlo Urbani di Jesi. Ieri mattina, durante l’udienza svoltasi nel nosocomio, il giovane ha risposto solo in parte alle domande del giudice per poi decidere di non dire più niente.

al. big.

 

Santarelli prima parla poi fa scena muta Il gip si riserva sulla misura

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X