facebook rss

Gli studenti Poliarte progettano
la fisarmonica del futuro

ANCONA - L'idea curata e costruita dagli allievi del corso di “Metodologia della progettazione” del secondo anno di Industrial Desig è seguita con interesse dal direttore artistico del Pif Castelfidardo, Renzo Ruggieri
Print Friendly, PDF & Email

 

La fisarmonica, strumento che affascinò Ciaikovski e altri illustri musicisti, ha necessità di reinventarsi nelle forme per affrontare nuove sfide nel mondo della musica. Sul futuro della fisarmonica si sono interrogati gli studenti dell’Accademia di Belle Arti e Design Poliarte di Ancona. Il progetto curato dagli allievi del corso di “Metodologia della progettazione” del secondo anno di Industrial Design, coordinato dall’architetto Andrea Straccialini, docente di Poliarte, ha l’obiettivo di prefigurare la fisarmonica nel futuro. «La realizzabilità non ci interessa, i ragazzi devono affidarsi alla fantasia, solo così vedranno cose che noi addetti ai lavori non vediamo più», con queste parole il direttore artistico del Pif Renzo Ruggieri  ha motivato gli studenti ad intraprendere questa sfida. Nelle parole del direttore dell’Accademia Poliarte Giordano Pierlorenzi, c’è il senso del progetto e l’importanza di collaborazioni come questa, sia per gli studenti sia per le aziende e le Istituzioni del territorio. «Ho gradito molto la richiesta del Pif rivolta agli studenti dell’Accademia di Belle Arti e Design Poliarte di Ancona, di elaborare uno studio di ricerca di idee sulla fisarmonica del futuro. – sottolinea – Questa proposta mi lusinga molto perché corona una collaborazione pluriennale tra l’Accademia di Belle Arti e Design Poliarte di Ancona, la città internazionale di Castelfidardo e le aziende del settore delle fisarmoniche con cui negli anni la ricerca è proseguita coniugandosi con l’arte, la storia e persino l’archeologia».

Il direttore ricorda infine l’impegno e la partecipazione degli studenti: «Gli studenti hanno accolto l’invito con passione e dimostrato nei risultati competenza, vis creativa e spirito di squadra, sotto la guida del prof. arch. Andrea Straccialini. Ringrazio il Direttore artistico Renzo Ruggieri di questa collaborazione che rinsalda i legami dell’Accademia Dorica con il territorio e i suoi immensi giacimenti artistici.» Questi spunti sono progetti aperti, dai quali attingere per nuove realizzazioni. Tutte le idee progettuali hanno coniugato il design e la musica, un sodalizio che darà un contributo a soluzioni future innovative di questo strumento ormai entrato di diritto nello scenario mondiale della musica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X