facebook rss

«Pronte azioni collettive e legali
a sostegno degli alluvionati»

ALLUVIONE - Acu Marche con gli avvocati Giuliodori e Paradisi assisterà tutti i danneggiati dei vari territori e organizzerà incontri e riunioni nelle zone colpite dall'evento calamitoso del 15 settembre scorso
Print Friendly, PDF & Email

 

L’Associazione Consumatori Utenti (Acu Marche) scende in campo a fianco degli alluvionati marchigiani. Fin dall’indomani degli eventi dello scorso settembre Acu Marche, a fianco della Co.P.a.M. (Commissione popolare alluvione Marche) si è mossa incontrando cittadini danneggiati, rappresentanti politici, istituzioni. Ancora una volta, purtroppo, l’inefficienza nel tempo della pubblica amministrazione (sia in termini preventivi che di gestione dell’allerta e poi dell’emergenza) ha giocato un ruolo preponderante nella causazione dei danni ingenti inflitti alla popolazione.

«Per questo motivo – fa sapere una nota ufficiale dell’associazione – Acu Marche assisterà tutti quei cittadini danneggiati dei vari territori, organizzando vere e proprie azioni collettive e azioni stragiudiziali e giudiziali mettendo a disposizione delle popolazioni colpite non solo la propria esperienza e macchina organizzativa a difesa dei cittadini ma anche avvalendosi di due professionisti di assoluto rigore ed esperienza come gli avvocati Lorenzo Giuliodori e Roberto Paradisi».

Acu Marche organizzerà in tutti i territori colpiti incontri e riunioni «non solo per spiegare le proprie strategie e per informare i cittadini di quali siano i passi da affrontare per ottenere un risarcimento dei danni, ma anche per mettere a conoscenza la collettività dell’attuale drammatica situazione dei corsi d’acqua esondati e soprattutto delle attuali misure (praticamente inesistenti) per le allerte alluvioni.  In tutti gli incontri parteciperanno gli esperti di Acu Marche e i cittadini avranno la possibilità di intervenire anche per comprendere cosa occorre fare fin da subito, senza attendere gli esiti delle indagini della magistratura» chiude il comunicato.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X