facebook rss

Ristorante al Faro, A2O:
«Manca progettualità sul Cardeto,
noi a disposizione per le visite»

ANCONA – L'associazione Altra Ancona Ora si propone per guidare gratuitamente alla scoperta della lanterna del Colle dei Cappuccini, ma denuncia la mancanza di “una visione unitaria del parco" da parte della giunta che "sembra assecondare i più diversi impulsi esterni"
Print Friendly, PDF & Email

Il faro antico al Cardeto

 

Faro antico del Cardeto, il progetto di un ristorante nella lanterna riapre il dibattito sul parco. L’associazione A2O interviene per proporsi come guide per le visite al faro, ma nello stesso tempo per denunciare la mancanza di un progetto più ampio da parte del Comune sul futuro del parco. Ad accendere la discussione è stata la proposta avanzata dallo studio Artingegneria in provincia di Novara di realizzare nel faro un ristorante di lusso. Lunedì 22 gennaio sarà la commissione di gara dell’Agenzia del Demanio a doversi esprimere sulla concessione della lanterna. Sulla proposta, dalla associazione Altra Ancona Ora riceviamo:

“In merito alla presentazione del progetto dell’Artingegneria Srl per la gestione del vecchio faro del Cardeto, siamo aperti alla possibilità di una collaborazione tra pubblico e privato nella valorizzazione del patrimonio artistico-culturale della città, a condizione che questa comporti una maggiore fruibilità del bene da parte della collettività.
Per questa ragione, ci mettiamo a disposizione per organizzare e realizzare gratuitamente visite periodiche al faro, in modo che i cittadini possano tornare a vivere uno dei luoghi simbolo di Ancona.
D’altra parte, come già fatto in passato assieme a Vista Mare, segnaliamo la radicale mancanza di una progettualità complessiva sul parco del Cardeto da parte di questa amministrazione comunale. La giunta sembra assecondare i più diversi impulsi esterni, senza farsi promotrice di una visione unitaria del Parco”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X