facebook rss

Fondi congelati per il bando periferie,
Confartigianato: “Nessun rinvio,
stiamo con i sindaci”

ANCONA - Il presidente Paolo Longhi esprime preoccupazione per il possibile rinvio dei finanziamenti al 2020 che reputa ingiusto, incomprensibile e dannoso per le piccole e medie imprese
Print Friendly, PDF & Email

Congelamento fondi per la riqualificazione delle periferie, Confartigianato dalla parte dei sindaci. Le parole del presidente Paolo Longhi: “Se sono necessari aggiustamenti tecnico-giuridici ai contenuti del Bando si facciano ma senza rinviare l’erogazione dei fondi che potrebbero essere la causa dell’affossamento dei progetti già presentati. Troppe volte abbiamo assistito a rinvii che sono stati causa di perdite di risorse ovvero di operare cadute poi nel dimenticatoio ed Ancona di queste situazioni ne ha già viste tante.  Confartigianato apprezza che  i Comuni abbiano rispettato il cronoprogramma con la consegna dei progetti esecutivi il 3 agosto ed a  settembre  l’avvio delle gare d’appalto. Gli investimenti previsti in Ancona, che impegnano somme che raggiungono i 12 milioni di euro, a fondo perduto, ai quali si sono aggiunti 4 milioni provenienti da Comune, Regione ed Erap per un investimento totale di 16 milioni, sono importantissimi”.

Paolo Longhi

E ancora: “Confartigianato sottolinea che la nostra economia molto qualificata è fatta da piccole e medie aziende,  ed è fondamentale dare avvio ai lavori di riqualificazione delle periferie, sia per creare reali miglioramenti alla qualità della vita e degli ambienti in cui viviamo ma anche per creare nuove opportunità di lavoro.Non va dimenticata la crisi in cui versa il nostro territorio e quindi l’avvio di questi interventi sarà un concreto incentivo alla ripresa. Quindi no ai rinvii e sì agli appalti a portata di piccole imprese. Confartigianato invita tutti i parlamentari, di qualunque schieramento politico ad impegnarsi affinchè ciò avvenga, almeno per gli Enti locali che sono nella condizione di rispettare i termini e le condizioni previste dai contratti sottoscritti. Confartigianto chiede ai sindaci, alle stazioni appaltanti, ai Parlamentari, alla Regione, di sostenere lo sviluppo del nostro territorio ed il lavoro ed i bandi per la riqualificazione delle Periferie sono una concreta opportunità di crescita per tutti”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X