facebook rss

Nascondeva droga a casa di amici:
preso pusher 28enne

ANCONA - Gli uomini della Squadra Mobile gli hanno sequestrato oltre un etto di stupefacenti, tra hashish, marijuana e cocaina. L'uomo ha patteggiato la pena di un anno e sei mesi di reclusione, tornando libero dopo l'arresto operato ieri
mercoledì 13 Marzo 2019 - Ore 17:21
Print Friendly, PDF & Email

La droga sequestrata

 

Nascondeva marijuana e cocaina negli appartamenti degli amici, del tutto ignari del sua attività di pusher: arrestato un anconetano di 28 anni. Le manette sono scattate ieri mattina nell’ambito di un’operazione antidroga operata dalla Squadra Mobile. I poliziotti, dopo numerosi giorni di appostamenti e pedinamenti, hanno scoperto che l’uomo aveva scelto come suo ennesimo nascondiglio dello stupefacente l’abitazione di una coppia di conoscenti di Ancona. Per verificare quanto appreso in via investigativa, i poliziotti facevano irruzione nell’appartamento e, dopo un’accurata perquisizione, hanno rinvenuto nascosto in un armadio lo stupefacente del quale i proprietari non ne erano a conoscenza. In totale, gli agenti hanno trovato una busta in cellophane con all’interno riso (per assorbire l’umidità) contenente circa 30 grammi di cocaina, due buste contenenti quasi un etto di marijuana, un bilancino di precisione, un cutter con lama annerita e con tracce di hashish, un paio di forbicine in metallo dalla lama annerita. Anche la successiva perquisizione personale eseguita nei confronti del 28enne ha dato esito positivo. Nella tasca del giubbetto, i poliziotti hanno rinvenuto 7 confezioni di cocaina,  uno spinello di marijuana e 700 euro in contanti,  in tagli da 5, 10, 20 e 50 euro ritenuti provento dell’attività di spaccio. In un secondo tempo, il personale dell’Antidroga, visti gli esiti delle perquisizioni, è andato a anche a casa del pusher, trovando tracce di marijuana e hashish. Dopo un giorno passato ai domiciliari, questa mattina è stato portato in tribunale. Il giudice ha convalidato l’arresto e il 28enne ha patteggiato un anno e sei mesi, tornando libero.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X