facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Palazzina di via Caprera
e terreno di via Friuli
sono di nuovo in vendita

FALCONARA - Il Comune, ente proprietario le cede ma a base d’asta ridotta del 10%
Print Friendly, PDF & Email

l’immobile di via Caprera

 

 

Il Comune di Falconara rilancia la vendita degli immobili, con una riduzione del 10% della base d’asta per rendere più appetibile l’acquisto rispetto al bando del febbraio scorso. Restano ancora da vendere la palazzina di via Caprera con vista mare e il terreno edificabile di via Friuli, entrambi oggetto di un nuovo avviso, mentre il miniappartamento di via Costa è stato aggiudicato con l’asta precedente per 47.410 euro. Il nuovo bando è stato pubblicato ieri, lunedì 3 agosto ed è disponibile al seguente link. C’è tempo fino al 9 settembre per presentare un’offerta e per visionare gli immobili si può contattare l’ufficio patrimonio allo 0719177209. Il primo lotto è una palazzina a tre piani di via Caprera 7, costruita nel 1956, composta da tre appartamenti: quello al primo piano di 59,3 metri quadri, al secondo piano di 65 metri quadri, al terzo di 68,7 metri quadri. Al piano seminterrato, cui si accede dal portone principale, ci sono tre cantine: una di 8,6 e due di 5,5 metri quadri. La palazzina, da ristrutturare, si può acquistare con un importo a base d’asta di 148.320 euro, anziché i 164.800 del bando precedente. «La palazzina – dice l’assessore al Patrimonio Valentina Barchiesi – rappresenta un’occasione molto interessante da valutare: il prezzo è davvero interessante e, per ristrutturarla, entro dicembre 2021 si potrà utilizzare il superbonus approvato con il Decreto Rilancio, che dà diritto a un credito di imposta del 110 per cento sugli interventi di efficientamento energetico e sull’eventuale messa in sicurezza antisismica».

Il secondo lotto è un terreno edificabile in via Friuli in posizione panoramica con vista sul golfo di Ancona, di 4.300 metri quadri. Chi vi costruirà dovrà farlo nel rispetto dei dettami per il risparmio energetico e l’ecosostenibilità: sono previsti tra l’altro la piantumazione di alberi nelle aree scoperte e l’utilizzo di fonti rinnovabili. Il terreno si trova in un’area molto tranquilla e con una densità abitativa ridotta rispetto all’area circostante, ma comunque servita da una rete stradale di collegamento ai servizi pubblici e ai negozi, accanto alla piccola chiesa di San Marcellino. Il terreno è offerto a un importo a base d’asta di 437.400, anziché i 486mila euro dell’avviso di febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X