facebook rss

Ricoveri, aria di zona gialla
Due morti nell’Anconetano

IL BOLLETTINO del Servizio sanità - In calo le persone che si trovano nelle strutture delle Marche: meno undici col dato di terapie intensive che torna sotto al limite. Nove in totale i deceduti che erano positivi al Covid
Print Friendly, PDF & Email

Covid_Ospedale_FF-10-650x434

 

Si allenta la pressione sugli ospedali delle Marche grazie ad undici ricoveri in meno rispetto a ieri, di cui due in terapia intensiva. La conseguenza è anche un miglioramento delle percentuali per le zone arancioni e gialla, che sono: terapia intensiva 50 posti letto occupati (il 19,5% del totale, quindi disco verde per la zona gialla essendo sotto al 20%) e 30,7% di posti occupati in area medica (316 i posti) quindi resta un dato da zona arancione (il limite è 30%). Nei pronto soccorso ci sono 53 persone. Dati comunque che riportano la regione in zona gialla, se fossero confermati anche nei prossimi giorni (la scelta per i cambi delle zone cade di venerdì). Se sul fronte dei ricoveri le cose vanno meglio, lo stesso non si può dire per i morti che erano positivi al Covid. Sono nove oggi nelle Marche, tutto con patologie pregresse, secondo il Servizio sanità della Regione. Il più giovane è un 60enne di Porto Recanati che era ricoverato all’ospedale di Torrette di Ancona. Sempre in provincia di Macerata è morta una 94enne di Tolentino. Gli altri morti sono una donna di 81 anni di Monte San Vito, un 89enne di Pesaro, un 102enne di Fano e una 68enne di Fano, una 88enne di Montemarciano, un 62enne di Castel di Lama, un 81enne di Martinsicuro.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X