facebook rss

Il M5S apre la campagna elettorale:
Ioselito Arcioni candidato sindaco

FABRIANO - La decisione, maturata in continuità con la precedente amministrazione comunale, è ricaduta sul nome dell’assessore uscente tenuto a battesimo oggi pomeriggio dal sindaco Gabriele Santarelli in scadenza di mandanto ma tra i nomi in corsa per il Consiglio comunale. «Avevamo chiaro fin dall'inizio che 5 anni non sarebbero bastati per realizzare il nostro programma. Siamo pronti a continuare a lavorare per la città»
Print Friendly, PDF & Email

da sin. Gabriele Santarelli e Ioselito Arcioni durante la conferenza stampa trasmessa in streaming sui canali social del M5S

 

Il M5S di Fabriano ha presentato oggi pomeriggio il suo candidato sindaco per le Comunali 2022. La scelta, in continuità con la precedente amministrazione comunale, è ricaduta sul nome dell’assessore e vice sindaco uscente Ioselito Arcioni, tenuto a battesimo dallo stesso sindaco Gabriele Santarelli, in scadenza di mandato. Nel corso dell’incontro è stato ribadita la necessità di proseguire nel percorso dei progetti intrapresi «per evitare che la città torni indietro». In un veloce excursus il sindaco Santarelli, che in questa tornata elettorale sarà in lista come candidato al Consiglio comunale, ha ricordato idee e realizzazioni dell’ultimo quinquennio che meritano di essere sviluppati: dall’efficientamento della struttura comunale, alla progettazione di una città smart e sostenibile costruita sui suggerimenti che arrivano dal dialogo con i cittadini e tutte le istituzioni del territorio; dallo studio per migliorare la viabilità nel centro storico, al Pums e alle piste ciclabili, fino all’efficientamento energetico, al proseguimento nella riorganizzazione del Comune e dei progetti avviati con il Distretto dell’Appenino Umbro Marchigiano. «Molti progetti sono già finanziati e avevamo chiaro fin dall’inizio che 5 anni non sarebbero bastati per realizzare il nostro programma. Per fare i cambiamenti serve tempo e ce ne vuole ancora di più se in mezzo ci si mette una pandemia. – ha sottolineato Arcioni – Siamo pronti a continuare a lavorare per questa città che abbiamo sempre amato».

Ioselito Arcioni

«Vogliamo pertanto capire che intenzioni hanno gli altri per il centro storico, per il complesso San Francesco, per l’organizzazione e l’implementazione dei Servizi Sociali, se ci sono progetti e idee condivisi. – ha aggiunto Santarelli – C’è la necessità di lavorare per il bilancio che oggi è ancora ingessato perchè in passato gli investimenti sono stati fatti con i mutui per sistemare le strade. Dobbiamo investire sull’efficientamento e energetico. Stiamo ragionando per fare un project per l’illuminazione pubblica, per creare le comunità energetiche. Su questi temi vorremmo confrontarci con gli altri invece rileviamo che tutti restano abbastanza nascosti e che le altre proposte si basano ancora su filosofie. Noi continueremo a dialogare su temi concreti per la città. C’è da portare avanti anche la battaglia sui rifiuti, perché Fabriano è una realtà diversa rispetto alle altre del territorio provinciale. Dubito che gli altri abbiamo qualcosa da dire su questi temi. Questo mese sarà utile per capire da che parte si sta. Questi sono solo alcuni temi fondamentali da sviluppare durante la campagna elettorale. Aspettiamo anche che venga a trovarci il presidente Giuseppe Conte»

Ioselito Arcioni, che ha ringraziato tutti i colleghi di giunta, ha aggiunto come in questa fase «sia importante anche guardare alla credibilità delle persone. I problemi se ci sono, possono essere risolti. Spesso però abbiamo la tendenza a dimenticare la storia delle cose: ecco invitiamo i cittadini a fare anche un riflessione sulle persone e sulla loro credibilità». In questi trenta giorni di preparazione alle urne, l’altra parola d’ordine per il M5S sarà quella della coerenza, che si coniuga anche con la decisione di aver mantenuto autonomia e simbolo pentastellato a differenza di altri che – è stato fatto osservare –  hanno preferito correre con liste civiche. «Il programma con il quale ci presentiamo è lo stesso del 2017 che a sua volta riprendeva quello elaborato nel 2012 nei 5 anni di opposizione. Un programma ampiamente rispettato e applicato in questi anni e che deve essere solo aggiornato sulla base dell’esperienza fatta» hanno spiegato. E’ stato rimarcato infine che la lista delle candidature è composta al 70% delle stesse persone del gruppo storico del M5S di Fabriano.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X