facebook rss

Inchiesta raffineria, iniziati
gli accertamenti sulla cisterna

FALCONARA - Sono partiti ufficialmente oggi gli accertamenti voluti dalla procura nell'ambito dell'inchiesta dove sono indagati sedici dipendenti Api. Per conto del pm Irene Bilotta, svolgeranno le analisi l'ingegner Gabriele Annovi e il chimico Sergio Cozzutto. Come consulente di parte è stato nominato Ubaldo Grassini, esperto in impianti chimici e petrolchimici
Print Friendly, PDF & Email

I controlli dei vigili del fuoco scattati lo scorso 11 aprile

 

Sono iniziate questo pomeriggio gli accertamenti tecnici disposti dalla procura dorica per indagare sull’incidente avvenuto lo scorso aprile sul tetto della cisterna TK61 dell’Api. A svolgere le analisi per conto del pm Irene Bilotta saranno l’ingegnere Gabriele Annovi e Sergio Cozzutto, iscritto all’Ordine dei Chimici di Trieste. L’incarico ai due periti è stato ufficialmente affidato questa mattina, al terzo piano del Palazzo di Giustizia. Anche i sedici indagati (sono tutti dipendenti Api) hanno nominato un loro consulente: si tratta di Ubaldo Grassini di Novara, esperto conoscitore di impianti chimici e petrolchimici. Nessun perito, invece, per le oltre mille parti lese conteggiate dalla procura. Tra le “vittime” anche il Comune di Falconara con il sindaco Brandoni. Attraverso la consulenza, il pm tenderà a ricostruire in tutte le sue sfaccettature l’incidente del serbatoio e lo sversamento di benzene sul tetto della struttura. Saranno prese in esame le motivazioni dell’inconveniente, se poteva essere evitato, se tutte le premure del caso sono state adottate (soprattutto a tutela della cittadinanza) e se le esalazioni sprigionate per quasi una settimana possano aver avuto un impatto nocivo per il territorio interessato dalle emissioni. Gli accertamenti sono iniziati questo pomeriggio e andranno avanti per almeno un mese.

Inchiesta esalazioni Api, la procura nomina un altro perito Sotto esame il tetto della cisterna

Esalazioni raffineria Api, sono sedici gli indagati Ipotesi di inquinamento ambientale

Print Friendly, PDF & Email


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X