facebook rss

Corda al collo per soffocare l’ex,
estradato lo stalker
scappato in Slovenia

ANCONA - Si tratta di un 58enne che, per sfuggire alla misura cautelare del carcere imposta dal gip, si era rifugiato a Lubiana. Arrestato lo scorso febbraio dalla Squadra Mobile, si trova ora recluso a Trieste in attesa del trasferimento a Montacuto
martedì 12 Marzo 2019 - Ore 16:14
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Stalking e maltrattamenti all’ex compagna, estradato in Italia il 58enne che era sfuggito all’esecuzione della custodia cautelare in carcere emessa dal gip. L’uomo, arrestato lo scorso 16 febbraio a Lubiana dagli agenti della Squadra Mobile, è stato portato ieri in carcere a Trieste e a breve verrà trasferito a Montacuto. Dopo il provvedimento restrittivo, l’uomo – difeso dall’avvocato Gabriele Galezzi – si era reso latitante facendo perdere le sue tracce. Dopo una serie di accertamenti investigativi, il 58enne era stato localizzato dalla Squadra Mobile a Lubiana, in un appartamento dove viveva con la nuova compagna. La Slovenia ha concesso l’estradizione a seguito di richiesta avanzata dall’Italia e ieri, alle ore 10.30, i poliziotti della questura anconetana lo hanno preso in consegna al valico di frontiera di Fernetti (Trieste). Il 58enne è stato tradotto nel carcere “Ernesto Mari” di Trieste a disposizione dell’autorità giudiziaria italiana. Tra i soprusi raccontanti dalla ex c’è l’episodio in cui il 58enne le aveva stretto la corda attorno al collo con l’intenzione – dice lei – di soffocarla. Il dibattimento per i due reati contestati (stalking e maltrattamenti) è già iniziato.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X