facebook rss

Reparto Mobile di Senigallia,
trattative sindacali
interrotte per i poliziotti

SENIGALLIA - Orari e turni impossbili per gli agenti tutelati da tutte le organizzazioni sindacali di categoria che dopo il vertice con il dirigente hanno interrotto le relazioni, annunciando che in assenza di significativi segnali, il confronto si sposterà al Ministero dell’Interno
martedì 12 Marzo 2019 - Ore 17:33
Print Friendly, PDF & Email

Tutti i rappresentanti delle sigle sindacali che tutelano i diritti dei poliziotti del Reparto Mobile di Senigallia

 

Condizioni difficili di lavoro degli agenti del XIV Reparto Mobile di Senigallia: interrotte le relazioni sindacali al tavolo delle trattative per migliorarle. Le organizzazioni sindacali che rappresentano il 100% dei poliziotti in servizio al XIV Reparto Mobile di Senigallia, nonché dell’intera provincia di Ancona hanno incontrato il dirigente Accomando, per tentare di risolvere i problemi inerenti la gestione del personale, gli orari di lavoro e la contrazione dei diritti. L’incontro, convocato dallo stesso funzionario, a seguito di una dura presa di posizione congiunta delle sigle sindacali con formale lettera, sull’attuale gestione degli orari di lavoro, ha avuto un esito negativo.

“Vogliamo sottolineare – scrivono in una nota congiunta le organizzazioni sindacali Siulp, Sap, Siap, Fsp già Ugl, Silp cgil, fed. Coisp Consap Italia Celere- che un dirigente di un Reparto Mobile ha come mission prioritaria, se non addirittura esclusiva, la gestione del personale e tutto quello che ne consegue. Infatti, lo stesso per dettato normativo è escluso dalla direzione delle squadre operative impiegate, ogni giorno, nei vari servizi di Ordine Pubblico in giro per l’Italia, poiché queste dipendono dai vari Questori della Repubblica che hanno richiesto i rinforzi. Inoltre, non ha praticamente rapporti con il cittadino/utente in quanto il Reparto Mobile di Senigallia non ha interfaccia pubblica, se non operativa e raramente ha rapporti con l’Autorità Giudiziaria. Tutto ciò a ribadire che la mission per cui è preposto il sirigente del XIV Reparto Mobile di Senigallia, attualmente, stia venendo meno, alimentando uno stato di disagio diffuso che viene acuito dai sacrifici professionali e personali richiesti al personale continuamente impiegato in tutta Italia con orari di lavoro al limite”.

Durante l’incontro le sigle sindacati hanno presentato al dirigente Accomando il documento, annunciando che in assenza di significativi segnali, il confronto si sposterà a Roma, presso il Ministero dell’Interno. Nei prossimi giorni, verrà convocata un’assemblea con tutti gli agenti del Reparto, dove si decideranno le azioni comuni da intraprendere a sostegno delle rivendicazioni sindacali, a garanzia dei diritti dei poliziotti e a tutela dei cittadini.

Lancio di sassi all’Olimpico per il derby Lazio-Roma: è senigalliese il poliziotto ferito

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X