facebook rss

Eventi, stretta sulla vendita di alcolici:
stop all’asporto e alle bottiglie di vetro

OSIMO - La nuova ordinanza firmata oggi dal sindaco Simone Pugnaloni vieta «dal momento di chiusura del perimetro delle manifestazioni in centro e nelle frazioni» anche la somministrazione, l'introduzione o la circolazione con contenitori di altro materiale e lattine. Previste multe da 50 a 500 euro per i contravventori
Print Friendly, PDF & Email

I controlli della Polizia locale sulla movida in centro storico

 

Stretta sui controlli e sulla vendita di alcolici durante la manifestazioni estive nel centro storico di Osimo. Da oggi per i trasgressori sono previste multe che oscillano dai 50 ai 500 euro. Il divieto della vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro o lattina era già in vigore dalla primavera del 2018 in città. Adesso, anche per l’emergenza sanitaria, in vista dei prossimi eventi organizzati in città che spazieranno da quelle per intrattenimenti musicali a quelle gastronomiche e fieristiche, da quelle per le feste patronali a quelle per eventi culturali, nelle quali è prevista elevata affluenza di pubblico, il sindaco Simone Pugnaloni stamattina ha firmato una nuova ordinanza.

Il sindaco Simone Pugnaloni

Nell’atto, oltre a vietare l’uso di bottiglie, bottigliette o contenitori in vetro e lattina a tutti i partecipanti alle manifestazioni; la vendita per asporto e somministrazione di qualsiasi bevanda posta in contenitori di vetro o lattina; la circolazione con bottiglie in plastica con il tappo e l’uso di ombrelli, dispone che «durante le manifestazioni che si svolgeranno sia nel centro storico che nei centri abitati delle frazioni e delle località presenti sul territorio comunale, sia vietata, – si legge nell’ordinanza  – dal momento di chiusura del perimetro delle manifestazioni la vendita di bevande da asporto e la somministrazione in contenitori o bottiglie di vetro e/o lattine, a tutti gli esercizi pubblici; la vendita di bottiglie di plastica con tappo; la vendita, la somministrazione o la circolazione con contenitori in vetro o materiali simili; l’introduzione di contenitori o bottiglie di vetro e/o lattine; l’introduzione di bottiglie in plastica con tappo e l’introduzione di ombrelli. In caso di non ottemperanza alle prescrizioni dell’ordinanza sindacale è prevista l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 50 euro ad 500 euro ma «parziali modifiche alla presente ordinanza possono essere apportate dal Corpo di Polizia locale a salvaguardia della pubblica incolumità e secondo le reali necessità» evidenzia l’atto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X