facebook rss

Vaccino per adulti e anziani,
iniziativa di informazione

CGIL, CISL E UIL MARCHE organizzano una videoconferenza sul tema per domani. «Stiamo nella seconda ondata di contagi da Covid, vaccinarsi contro l'influenza e lo pneumococco è una priorità assoluta »
Print Friendly, PDF & Email

I sindacati dei pensionati di Cgil, Cisl e Uil Marche organizzano un’iniziativa di approfondimento e di informazione sul tema delle vaccinazioni degli adulti e degli anziani negli anni 2020-21, che si svolgerà domani, giovedì 22 ottobre, in modalità di videoconferenza.

«Stiamo ormai entrando in pieno nella seconda ondata di contagi da Covid 19 – sostengono i sindacati – e mai come in questo momento è necessario rivolgere l’attenzione alla popolazione anziana. Vaccinarsi contro l’influenza e lo pneumococco è una priorità assoluta per i nostri anziani, in modo da prevenire l’insorgere di malattie respiratorie e preservare un sistema immunitario capace di rispondere meglio alla circolazione del Coronavirus».

Il Piano nazionale di prevenzione Vaccinale 2017-2019 prevedeva obiettivi di copertura per gli over 65 che sono lontani dall’essere raggiunti. Per l’influenza, ad esempio, siamo al 53,1% contro un obiettivo ottimale del 95%. Per invertire questa tendenza l’Agenzia italiana per l’invecchiamento attivo e in salute “HappyAgeing” ha elaborato un “Position Paper” che esprime una serie di proposte per invertire questa tendenza. Proposte che nel corso dei lavori saranno illustrate dal dottor Michele Conversano, presidente del Comitato Tecnico Scientifico di HappyAgeing. Daniel Fiacchini, coordinatore del “Gruppo Tecnico Vaccini” dell’Agenzia Regionale Sanitaria Marche, parlerà invece delle modalità di svolgimento della campagna vaccinale 2020-21 nelle Marche. «Con questa iniziativa – concludono Spi Fnp e Uilp Marche – vogliamo avviare una campagna di informazione dei nostri iscritti e di tutti i cittadini marchigiani, per sensibilizzarli sull‘importanza delle vaccinazioni, specie a fronte di una recrudescenza dell’emergenza pandemica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X