facebook rss

«Riapertura delle scuole in sicurezza»

OSIMO - La capogruppo delle Liste civiche, Monica Bordoni, sollecita al Comune investimenti su trasporto pubblico distanziato, tracciamento per gli studenti, ventilazione e sanificazione delle aule. Sopralluogo del sindaco al PalaBaldinelli e al PalaBellini per la campagna vaccinale
Print Friendly, PDF & Email

Monica Bordoni, capogruppo Liste civiche Osimo e consulente dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale

 

«Dal prossimo 7 aprile riaprono le scuole, il Comune di Osimo si faccia trovare pronto affinché possa garantire una riapertura in sicurezza sia sanitaria , sia nella situazione dei trasporti scolastici, che nelle sanificazioni e messa a norma degli impianti di ventilazione. Ora è necessaria una azione concreta da parte del nostro silente Comune di Osimo affinché l’esercito degli studenti, docenti e personale scolastico possano tornare negli Istituti in sicurezza». A chiedere interventi pratici è Monica Bordoni, capogruppo consiliare delle Liste civiche Osimo. Secondo la consigliera comunale di minoranza, il Comune «per mezzo della Partecipata Osimo servizi investa su un trasporto adeguato che permetta il distanziamento, investa sul tracciamento a tappeto per trovare ed isolare i casi positivi, come i nostri Comuni limitrofi stanno facendo, investa sulla modalità efficaci di aerazione e sanificazione degli spazi, la Regione sulla ventilazione meccanica ha fatto la sua parte, il Comune di Osimo non è stato in grado di recepire le risorse messe a disposizione. La scuola riparte e le istituzione devono essere in grado di monitorare costantemente attraverso tamponi periodici e verificare l’ andamento dei contagi nelle scuole, al fine di scongiurare il più possibile il ritorno in Dad, un pit stop nocivo ai ragazzi che penalizza non solo il loro diritto allo studio ma anche l’equilibrio psicologico». Solo Numana, in tutta la Valmusone, è entrata nella graduatoria dei Comuni che beneficeranno dei contributi del bando regionale sull’acquisto di sistemi di ventilazione dell’aria nelle scuole, mentre sono stati esclusi Osimo, Castelfidardo e Loreto, che avevano partecipato.

Lo screening ala Palaaldinelli di Osimo

La scorsa settimana i sindaci di Osimo e Loreto si sono attivati per chiedere alla Regione l’attivazione di una sede per la campagna vaccinale anti-Covid per la fascia d’età degli over70. Simone Pugnaloni, primo cittadino di Osimo ha scritto all’assessore regionale Filippo Saltamartini e all’Asur mettendo a disposizioni il PalaBaldinelli di Villa, sito già sperimentato per la screening di massa ‘Marche sicure’. «Di buon mattino stamattina abbiamo svolto un doppio sopralluogo al Palabaldinelli e Palabellini per una possibile sede vaccinale ad Osimo. Se la Regione chiama, noi ci siamo – fa sapere il sindaco Simone Pugnaloni – La squadra di volontari è collaudata e pronta ad aiutare nella partita contro il virus. L’Amministrazione comunale c’è per ogni sostegno che possa aiutare a vaccinare tutti nel piu’ breve tempo possibile»



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X