Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

La solidarietà di Cerreto d’Esi,
bambini ucraini accolti a scuola

Tre studenti hanno già iniziato a frequentare le lezioni nelle scuole dell'Istituto comprensivo. Partita bene anche la raccolta di aiuti umanitari al cag “Luigina Mazzolini”, promossa dall'intero consiglio comunale, che proseguirà sabato e per le prossime settimane

Il cag “Luigina Mazzolini” di Cerreto d’Esi

 

Nei giorni scorsi, nel Comune di Cerreto d’Esi, si è svolta una riunione per fare il punto sull’emergenza profughi in arrivo dall’Ucraina. All’incontro, convocato dal sindaco Grillini, hanno partecipato il vice sindaco Bellomaria con i funzionari dei Servizi sociali, il comandante della locale stazione Carabinieri, il comandante della Polizia locale, il coordinatore della protezione civile, i rappresentanti delle cooperative sociali che gestiscono l’accoglienza dei richiedenti asilo presso Cerreto d’Esi, i rappresentanti delle associazioni caritative. «Alla luce delle disposizioni e dell’informativa del Prefetto, l’amministrazione comunale considerava quanto mai urgente ed essenziale questo incontro con cui si è messa a punto una vera e propria cabina di regia che mette in rete tutte le realtà chiamate a gestire gli effetti che la guerra in Ucraina avrà nel nostro territorio, con un’attenzione particolare alla gestione dei cittadini ucraini in fuga che stanno già arrivando nel nostro Comune» fa sapere un comunicato ufficiale.

Il sindaco Grillini ha illustrato tutte le disposizioni finora assunte dalla Prefettura, in attesa di altre deliberazioni da parte del Governo e delle Regioni e, con il fattivo e positivo contributo di tutti i presenti, la riunione si è rivelata una fondamentale occasione per scambiarsi informazioni e per avere un quadro complessivo ed esaustivo dell’attuale situazione. «Questa cabina di regia sarà lo strumento operativo di organizzazione, coordinamento e continuo scambio di informazioni con cui il Comune e tutti gli enti preposti intendono dare una risposta immediata, concreta e condivisa a tutti gli aspetti dell’accoglienza dei profughi: supporto materiale, sistemazione abitativa, inserimento scolastico, copertura sanitaria, rilascio documentazione. – prosegue la nota – La Prefettura ha comunicato al sindaco la presenza, ad oggi, di due cittadini ucraini a Cerreto d’Esi mentre, nel nostro Istituto comprensivo, hanno iniziato a frequentare le lezioni tre bambini ucraini».

Ieri mercoledì 16 marzo è partita, presso il cag “Luigina Mazzolini”, la raccolta promossa dal consiglio comunale (maggioranza ed opposizioni) insieme alla protezione civile e alle associazioni di volontariato, a cui i cittadini stanno partecipando con interesse. La raccolta continuerà sabato 19 (mattina e pomeriggio) e per le prossime settimane. «Rinnoviamo l’invito ai cittadini cerretesi che vogliono mettere a disposizione alloggi a scrivere al Comune attraverso la mail info@comune.cerretodesi.an.it e di rivolgersi sempre ad enti e associazioni per tutte le formule di aiuto che vorranno essere proposte» chiude il comunicato del Comune di Cerreto d’Esi.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X