facebook rss

Seggi elettorali in allestimento,
a Pianello di Ostra
si vota in una struttura sul piazzale

ALLUVIONE - Assicurata la regolare apertura dei seggi elettorali per domenica in tutto il territorio segnato dall'evento calamitoso. A Senigallia, il Comune sta studiando misure straordinarie per far ottenere la tessera elettorale e garantire il diritto al voto dei cittadini residenti nella ‘zona rossa’
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

 

Sarà assicurata la regolare apertura dei seggi elettorali per domenica 25 settembre a Senigallia e in tutti i Comuni segnati dall’alluvione. Il Comune di Senigallia, in particolare, spiega che sta studiando misure straordinarie, per far riottenere la tessera elettorale e garantire così il diritto al voto dei cittadini residenti nella ‘zona rossa’. Considerata la situazione di emergenza che non permette ancora la circolazione in sicurezza, fino a sabato 24 sono invece sospese le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado – si legge ancora nella nota del Comune di Senigallia – e chiuse le strutture per l’infanzia da 0 a 3 anni pubbliche e private (alcune si trasformeranno in sezioni elettorali); fino a domenica 25 settembre tutti gli impianti sportivi, i musei del territorio del Comune di Senigallia, la Biblioteca Antonelliana, l’Auditorium San Rocco, la Chiesa di Santa Maria Assunta – Cancelli e il Centro pomeridiano “Il Germoglio”. Riaprono invece gli uffici postali delle sedi di Cesano, Cesanella, Saline e del centro, i centri diurni per disabili e il centro diurno Alzheimer.

I seggi restano confermati nelle consuete ubicazioni anche nei paesi maggiormente colpiti dall’alluvione ad Arcevia, Barbara, Castellone di Suasa e Trecastelli, mentre a Pianello di Ostra,  non si potrà votare nella scuola ancora inccessibile, bensì nella struttura elettorale in allestimento  sul piazzale di via ‘Suor E. Balducci’ davanti al campo sportivo dove è stato celebrato l’addio alle quattro vittime dell’alluvione. Resta solo da scoprire quale sarà la percentuale di adesione al voto in queste zone martoriate da acqua e fango. L’ombra dell’astensionismo potrebbe nascondersi dietro l’angolo.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X