facebook rss

Investe ciclista nella notte e poi scappa:
i carabinieri sulle tracce del suv pirata

SENIGALLIA - L'incidente è accaduto stanotte verso le 2.25 in via Ugo Bassi. Le telecamere hanno ripreso alcuni numeri di targa di una Mercedes Classe A con a bordo più persone che non si è fermata per soccorrere il ferito
domenica 28 Maggio 2017 - Ore 13:21
Print Friendly, PDF & Email

Investe un ciclista e non si ferma per soccorrerlo. E’ successo stanotte verso le 2.45 in via Ugo Bassi, traversa del lungomare Alighieri di Senigallia. La vittima, C.A., un 42enne del posto, è stato ricoverato con un trauma cranico all’ospedale di Senigallia. Per lui i medici si sono riservati la prognosi anche se non sarebbe in pericolo di vita. L’uomo sarà ascoltato nei prossimi giorni dai carabinieri di Senigallia. I militari diretti dal capitano Mirko Buccolini sono però già sulle tracce di un suv, una Mercedes Classe A di colore nero, che non si è fermato per aiutare il ciclista.

Il mezzo con più passeggeri a bordo è stato ripreso da diverse telecamere della città, mentre a velocità sostenuta si dirigeva verso la Rotonda. Gli occhi elettronici sono riusciti anche a fissare nei fotogrammi lettere e qualche cifra della targa della vettura. Il reparto scientifico dell’Arma sta cercando di metterle a fuoco confrontandole anche con la banca dati della Motorizzazione. Chi guidava l’auto dovrebbe presentarsi in caserma ammettendo le proprie responsabilità per evitare un’imputazione severa non solo per l’omissione di soccorso del ferito ma per un reato che potrebbe sconfinare nel tentativo di omicidio stradale se le lesioni del ciclista saranno giudicate guaribili dai sanitari con una prognosi superiore ai 40 giorni. Le sanzioni penali più severe in caso di incidente stradale, previste dalle nuove norme sull’omicidio stradale, vanno infatti ad incidere sulla pena anche per gli incidenti con feriti gravi.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X