facebook rss

Volo Roma-Ancona cancellato
“Sette ore in autobus, un incubo”

IL RACCONTO - L'odissea dei venti passeggeri che stanotte hanno affrontato il viaggio da Fiumicino al capoluogo marchigiano: sono partiti alle 9,30, arrivati alle 4,50. La rabbia della civitanovese Francesca Taccari: "Complimenti ad Alitalia, l'autista ha sbagliato più volte strada. Eravamo sfiniti e disarmati"
martedì 3 ottobre 2017 - Ore 12:55
Print Friendly, PDF & Email

L’aeroporto di Fiumicino

Un volo cancellato, un’autista a dir poco disattento e circa 300 chilometri che aumentano a dismisura. In una parola: un’odissea.  E’ quella che hanno vissuto i 20 passeggeri che stanotte hanno dovuto viaggiare da Fiumicino ad Ancona (leggi l’articolo). Sette ore per arrivare con l’autobus, dopo la cancellazione del volo Alitalia Roma-Ancona. A raccontare l’incubo del rientro la nostra lettrice Francesca Taccari, di Civitanova. “Ci hanno fatto accomodare sull’autobus verso le 9,40 e in circa 2,40 ore saremmo dovuti arrivare a destinazione – racconta la donna -. L’autista ha preso l’autostrada Roma-L’Aquila senza informarsi che sarebbe stata chiusa di notte da Assergi per un lungo tratto. Quindi è uscito, ha percorso un tragitto in montagna di circa mezz’ora e poi è rientrato in autostrada. Ci siamo ritrovati esattamente dove eravamo usciti, ad Assergi appunto. Per fortuna ci siamo accorti che qualcosa non andava e così l’autista ha chiesto informazioni sul percorso a qualche automobilista. Dopo un’inversione all’imbocco dell’autostrada da ritiro della patente ha ripreso l’autostrada direzione L’Aquila tornando verso Roma. Pensavamo fosse rinsavito e raggiungesse Avezzano per poi prendere la Roma-Pescara. Invece no, è uscito a L’Aquila Est e incurante delle nostre proteste, ha preso un’altra strada di montagna al valico Capannelle. Circa 70 km di curve pericolosissime. Ma l’incubo non era ancora finito. Arrivati verso Teramo infatti l’autista si è fermato in un autogrill chiuso per fare 45 minuti di pausa, legittimi per carità. E così sfiniti e disarmati siamo arrivati ad Ancona verso le 4,50. Complimenti – conclude – un ringraziamento ad Alitalia per la scelta degli autisti”.

(redazione CM)

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X