facebook rss

Detenuto ai domiciliari, si strappa
il braccialetto elettronico e scappa

JESI - Il 28enne, già arrestato per stalking nella provincia di Macerata, ieri mattina è stato bloccato dai carabinieri vicino alla stazione ferroviaria di Jesi. Dopo la convalida dell'arresto per l'evasione, è stato di nuovo 'ristretto' a casa
martedì 7 Novembre 2017 - Ore 08:04
Print Friendly, PDF & Email

Ieri mattina i carabinieri del nucleo radiomobile hanno arrestato per evasione E. G. un 28enne di origine albanese residente a Jesi. Verso le 5.30 alla Centrale operativa arrivava l’allarme su un giovane agli arresti domiciliari, arrestato ad ottobre per stalking nella provincia di Macerata (dove risiede la vittima). All’uomo era stato applicato il braccialetto elettronico. Dopo aver provocato l’effrazione del sistema elettronico, il detenuto si era allontanato da casa. Allertate tutte le pattuglie in servizio a Jesi, dopo circa un’ora un equipaggio del nucleo radiomobile ha localizzato il 28enne nei pressi della stazione ferroviaria della città, e lo ha arrestato. Nella stessa mattinata di ieri, il giudice del Tribunale di Ancona, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto di nuovo gli arresti domiciliari per il 28enne.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X