facebook rss

Minacce e lancio di oggetti contro
i poliziotti: 28enne denunciato

ANCONA - L'uomo, nigeriano, è stato fermato ieri pomeriggio in via Giordano Bruno durante i controlli degli uomini della questura, aiutati nelle attività di prevenzione dall'elicottero del Reparto Volo di Pescara
sabato 15 Settembre 2018 - Ore 14:07
Print Friendly, PDF & Email

I controlli della polizia al Piano

 

Vede i poliziotti passare in via Giordano Bruno e prima li minaccia, poi gli tira contro i suoi effetti personali: fermato un nigeriano di 28 anni. L’episodio è accaduto ieri pomeriggio poco prima delle 18. Pattugliando il Piano, gli agenti hanno notato l’uomo che vedendo la polizia ha cambiato strada tentando di nascondersi tra le auto in sosta. Una volta raggiunto lo straniero, in regola con le norme sul soggiorno, il 28enne ha iniziato ad oltraggiare i poliziotti tirando contro di loro i suoi effetti personali come l’accendino, un pacchetto di fazzoletti ed alcuni fogli di carta che aveva in tasca. Poco dopo, minacciandoli ulteriormente, l’uomo veniva accompagnato in questura per gli accertamenti e denunciato per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Un cittadino tunisino di 49 anni, regolarmente residente ad Ancona, è stato invece accompagnato in questura attorno alle 21.00 di ieri quando è stato trovato in stato di ubriachezza mentre si aggirava a piedi in P.zza Rosselli infastidendo i passanti. L’uomo, che rifiutava di declinare le sue generalità, è stato denunciato e sanzionato amministrativamente per lo stato di ebbrezza. Nel corso dell’operazione messa in campo per tenere d’occhio il territorio (anche con l’ausilio dell’elicottero) sono state controllate 347 persone, identificati 182 cittadini extracomunitari, controllati 278 veicoli, effettuati 15 posti di controllo e controllati 8 locali pubblici ubicati tra la zona della Stazione Piano San Lazzaro ed Archi. Numerose anche le sanzioni al codice della strada per mancate revisioni o assicurazioni, uso del telefonino durante la guida.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X