facebook rss

Vulnerabilità sismica delle scuole,
seduta aperta del Consiglio comunale

ANCONA - Il consigliere Fi Daniele Berardinelli ha depositato la richiesta, firmata da tutta la minoranza. Intanto, altri nove plessi finiscono ai raggi x e la Regione eroga i 2 milioni per l'adeguamento sismico delle De Amicis
Print Friendly, PDF & Email

Daniele Berardinelli

 

 

Verifica della vulnerabilità sismica delle scuole doriche: a che punto siamo? Per tirare le somme sullo stato dell’arte di una questione che ha acceso non poco gli animi negli scorsi mesi, il consigliere comunale Fi, Daniele Berardinelli, ha depositato oggi la richiesta di una seduta aperta del Consiglio proprio sulla sicurezza sismica degli istituti, ratificata poi da tutta la minoranza. Dopo le aspre critiche mosse contro l’Amministrazione sui ritardi nei controlli, il capogruppo forzista vuole vederci chiaro e chiama a raccolta i dirigenti scolastici, le associazioni Scuole sicure e la protezione civile. La seduta dovrebbe essere calendarizzata entro 20 giorni quindi, presumibilmente, cadrà i primi di dicembre. Intanto, altri nove plessi finiscono ai raggi x, in una corsa contro il tempo che vede nel 31 dicembre la deadline per la conclusione delle verifiche su tutti gli edifici scolastici dorici. Con cinque diverse determine pubblicate oggi, l’Amministrazione affida ad altrettanti ingegneri i lavori di controllo per una cifra totale pari a 182 mila euro, che riguarderanno la materna Acquario (16.113 euro), le elementari Conero (28.167 euro), le Ungaretti in località Candia (4.440 euro), le Don Milani (26.644 euro), le Freud (9.516 euro), le Sabin (14.591 euro), la scuola di Montesicuro (12.688 euro), le da Vinci (25.376 euro) e le medie Marconi (45 mila euro).

Le prestazioni richieste riguardano, tra le altre cose, la verifica di sicurezza statica, l’indicazione del tempo di vita residua della struttura, l’identificazione dei singoli elementi sottoposti a verifica (la verifica di vulnerabilità dovrà essere condotta per step valutando la modifica dell’Indicatore di Rischio, adeguando “in progress” gli elementi critici) e le indicazioni preliminari per l’eventuale intervento di adeguamento sismico.

A seguito dello stanziamento della prima annualità del programma triennale 2018-2020 disposto dal Miur, inoltre, la Regione ha stanziato 2 milioni di euro per l’adeguamento sismico delle scuole DeAmicis.

(Ma. Mar.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X