facebook rss

Chiusura Ostetricia, il Pd di Fabriano:
“La Regione attende
ancora l’incontro con il ministro”

SANITA' - Francesco Ducoli, segretario democrat fabrianese ha incontrato il governatore Ceriscioli e il segretario regionale di partito Gostoli ricevendo rassicurazioni sulla volontà di mantenere in vita il presidio. "Tuttavia, senza l'intervento del Ministero, le strade praticabili rimangono precluse. Perchè il sindaco non coinvolge il vice premier Di Maio la ministra Grillo?"
Print Friendly, PDF & Email

A destra in piedi Francesco Ducoli

“Abbiamo avuto modo di incontrare il presidente Ceriscioli, il segretario Pd Regionale Giovanni Gostoli ed i tecnici della regione sulla questione del Punto nascite di Fabriano. Durante il confronto è stata convintamente rinnovata la volontà di continuare a fare quanto possibile per il mantenimento del presidio: tuttavia, senza l’intervento del Ministero, le strade praticabili rimangono precluse. Questo perché, a differenza delle dichiarazioni rese dal Sindaco ieri nella sua conferenza stampa, abbiamo letto i documenti e abbiamo, nostro malgrado, dovuto constatare che il sindaco ha raccontato a tutta la città una serie di gravi menzogne sulla vicenda”. La replica alle dichiarazioni espresse ieri in conferenza stampa arriva da Francesco Ducoli, segretario del Pd Fabriano.

“Ci saranno, a breve, i modi ed i tempi opportuni per chiarire – documenti alla mano – la verità; ad oggi la Regione ancora attende un incontro con il Ministro per trovare una soluzione, dopo le reiterate richieste che sono state fatte ed ancora si faranno. – chiarisce il segretario democrat di Fabriano – A questo punto ci chiediamo, visto che Santarelli in più occasioni ha ricordato di essere in contatto diretto con il vice presidente Di Maio e tutti i rappresentanti di Governo, per quale motivo ancora non abbia coinvolto il ministro Grillo; perché basterebbe un pezzo di carta firmato da lei per risolvere la questione e permettere non solo la deroga, ma anche la stabilizzazione del punto nascite. Speriamo che sulla vicenda ci sia la volontà politica di usare ogni mezzo e pressione politica necessaria per raggiungere il risultato: ad oggi ci sembra che l’intento da parte del sindaco sia la difesa del proprio partito piuttosto che quello di tutelare il territorio e dei propri concittadini”.

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page