facebook rss

Covid, 11 i morti nelle Marche:
3 nella provincia di Ancona

IL DATO DEL GORES sulle persone decedute in regione. Tra le persone scomparse due anconetane e una senigalliese
Print Friendly, PDF & Email

Il report del Gores (Clicca sull’immagine per leggere il bollettino completo)

 

Coronavirus, sono undici le persone morte oggi nelle Marche. Un dato migliore rispetto a quello dei giorni scorsi. Ieri i morti in Regione erano stati 21 e il giorno precedente 13. La nostra regione ha pagato un alto tributo di vite al virus: sono 795 i deceduti dall’inizio dell’emergenza sanitaria, 496 sono uomini e 229 le donne. Nel 94,2 percento dei casi avevano patologie pregresse e l’età media è di 79,9 anni. Tra le vittime delle ultime 24 ore, 3 risiedevano nella Provincia di Ancona. Si tratta di una 77enne deceduta all’Inrca e una 77enne morta a Torrette, entrambe di Ancona e una 82enne di Senigallia morta nell’ospedale cittadino.

I dati, incoraggianti, confermano quindi che è in flessione il numero dei deceduti nelle Marche rispetto alle fluttuazioni e al trend dei giorni scorsi. Ma l’azzeramento dei numero dei morti arriverà più lentamente rispetto a quelli degli altri indicatori-spia per l’analisi della situazione dell’emergenza sanitaria. Positivo è anche il numero in discesa delle persone ricoverate in terapia intensiva  nella nostra regione che per la prima volta è passato a meno di 100. E’ ormai consolidato che si è alleggerita la pressione sulle strutture ospedaliere e questo consente ai medici di avere maggiore raggio di azione nella gestione non solo dei malati Covid ma anche di chi ha bisogno di terapie intensive per altre patologie. Anche il numero dei tamponi è sceso per effetto del lockdown. La trasmissione per contagi prosegue per un periodo più lungo e nelle statistiche emergono code di dati, in questa fase collegabili anche ai contagi domiciliari. Nella ‘fase 2’ dell’emergenza sanitaria – è stato sottolineato oggi nella consueta conferenza stampa della Protezione civile nazionale – verrà data un’attenzione particolare a questo aspetto con la possibilità per chi non ha condizioni nel proprio domicilio di poter garantire l’isolamento in altre strutture, ad esempio alberghi. Resta fermo che l’Ro, l’indice di contagiosità (il numero potenziale di persone che può infettare un paziente Covid), dovrà attestarsi sotto la soglia di 1 per permettere al governo di rimodulare e allentare le misure di contenimento sociale.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X