facebook rss

Il maggiore Mirko Boccolini
lascia il comando
dei carabinieri di Fabriano

CAMBIO AL VERTICE al comando dell'Arma Benemerita con l'arrivo dal Norm della Compagnia Carabinieri di Terni del capitano Mirco Marcucci
Print Friendly, PDF & Email

Il capitano Mirco Marcucci

 

 

Cambio al vertice della Compagnia di Fabriano: il maggiore Mirko Boccolini  è stato trasferito alla Legione Carabinieri Marche, arriva il capitano Mirco Marcucci. Insediato a Fabriano nel settembre del 2015 col grado di capitano, il maggiore Boccolini lascia il Comando della Compagnia dei carabinieri per assumere l’incarico più prestigioso di capo sezione Logistica ed Infrastrutture dell’Ufficio Logistico del Comando Legione Carabinieri Marche, ad Ancona. Cinque anni durante i quali il maggiore Mirko Boccolini, 48 anni, originario della provincia di dorica, ha coordinato le attività istituzionali del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle sette Stazioni dipendenti di Arcevia, Cerreto D’Esi, Cupramontana, Genga, Fabriano, Sassoferrato, Serra San Quirico, affrontando peraltro la gestione delle criticità di un territorio prevalentemente montano, esteso su 750 chilometri quadrati con 54.000 abitanti, che, nell’agosto del 2016, è stato, in parte, colpito dal sisma.

Sotto la guida del maggiore Boccolini la Compagnia di Fabriano è stata impegnata “in primis” nell’attività di prevenzione e in quella investigativa, operando 94 arresti in flagranza di reato e la denuncia in stato di libertà di 1.780 persone responsabili di vari reati, contro la persona, il patrimonio e connessi allo spaccio di stupefacenti. Tra le più recenti operazioni l’arresto di un uomo responsabile dell’omicidio del professor Vitaletti, commesso nel 2017 a Sassoferrato e l’arresto di due soggetti, nel 2019, che avevano adescato e filmati nudi due minori. Al comando della Compagnia di Fabriano è giunto il capitano Mirco Marcucci, 46enne, originario di Gubbio, già comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Terni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X