facebook rss

UnivPm, Maurizio Bevilacqua
preside della facoltà di Ingegneria

ANCONA - È stato eletto con l’85% dei voti, mercoledì scorso, ed era l'unico candidato in corsa. Il docente dal 2018 ha ricoperto il ruolo di direttore del Dipartimento Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche
Print Friendly, PDF & Email

Il prof. Maurizio Bevilacqua

 

Si sono svolte mercoledì 30 settembre le elezioni per la nomina del preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche. È stato eletto con l’85% dei voti, unico candidato in corsa alla guida della facoltà, il prof. Maurizio Bevilacqua. Professore ordinario nel settore Impianti Industriali Meccanici, Maurizio Bevilacqua ha ricoperto diverse posizioni accademiche a partire dal 1990. Dal novembre del 2018 ha ricoperto il ruolo di Direttore del Dipartimento Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche (Diism) della Facoltà di Ingegneria dell’Univpm, riconosciuto Dipartimento di Eccellenza per la qualità della ricerca dall’Anvur (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario). Maurizio Bevilacqua è autore di oltre 120 articoli scientifici pubblicati su riviste ed atti di conferenze internazionali. È membro della European Academy for Industrial Management (Aim) e dell’Aidi (Associazione Italiana Docenti Impianti Industriali). «Congratulazioni al nuovo preside prof. Maurizio Bevilacqua – afferma il rettore Gian Luca Gregori – certo che gestirà in modo efficace la Facoltà di Ingegneria, così importante per il nostro Ateneo e per l’intera comunità, affrontando con determinazione l’attuale periodo complesso». «Nel corso del mandato è mia intenzione consolidare e sviluppare i risultati che hanno finora caratterizzato la Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica della Marche – afferma il neo eletto preside prof. Bevilacqua – dal punto di vista dell’attrattività della didattica erogata nei corsi di studio presso le sedi di Ancona, Fermo e Pesaro, mantenendo uno stretto rapporto con il territorio nelle sue componenti sociale, produttiva e istituzionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X