facebook rss

Un corso per potatori di ulivi

OSIMO - In applicazione della mozione Pd votata in Consiglio comunale e nell’ambito di un accordo di valorizzazione degli ulivi presenti nel territorio comunale stilato tra amministrazione Pugnaloni e Assam, venti aspiranti potatori arrivati da diverse città delle Marche e da fuori Regione hanno potuto assistere alle pratiche di corretta valorizzazione del patrimonio olivicolo sull'area di piazzale Bellini
Print Friendly, PDF & Email

Il Comune di Osimo ha dato seguito alla mozione del Pd, approvata a novembre scorso in Consiglio comunale, per la valorizzazione e la tutela del patrimonio olivicolo pubblico.

Cecilia Gobbi

Cecilia Gobbi, consigliera prima firmataria del testo, ha avviato un percorso con l’assessore all’ambiente Michela Glorio che si è concretizzato ieri con un corso per potatori svolto a piazzale Bellini, una delle due aree dove il Comune ha diversi ulivi (l’altra è via Manzoni a San Biagio, accanto alla scuola elementare). «Il corso di formazione è stato promosso dalla cooperativa Aioma (Associazione interregionale olivicola del medio Adriatico) alla presenza del professor Giorgio Pannelli, tra i maggiori esperti in Italia in questo settore. – ricorda il sindaco Simone Pugnaloni – Nell’ambito di un accordo di valorizzazione degli ulivi presenti nel territorio comunale stilato tra amministrazione e Assam, venti aspiranti potatori arrivati da diverse città delle Marche ed anche da fuori Regione ed hanno potuto assistere alle pratiche di corretta valorizzazione del patrimonio olivicolo». Il corso è propedeutico all’esame per la certificazione di potatore professionista. Anche 3 operai della Osimo servizi addetti alla manutenzione del verde hanno preso parte al corso di formazione al fine di imparare la tecnica corretta di potatura degli ulivi e proseguire nella manutenzione del restante patrimonio olivicola comunale Questo è solo un primo passo concreto nel percorso di valorizzazione del patrimonio olivicolo.

Cecilia Gobbi con il sindaco Simone Pugnaloni (primo a destra)

«Per il futuro – aggiunge Pugnaloni- faremo un avviso per raccogliere le manifestazioni di interesse da parte di aziende agricole che vogliono gestire gli ulivi pubblici e in cambio rendere al Comune una parte della produzione, con olio doc osimano da proporre in eventi promozionali e turistici. Intanto ringrazio la consigliera Cecilia Gobbi promotrice dell iniziativa e l assessore Glorio che si é attivata per portare a compimento l indirizzo dato dal gruppo consiliare Pd. Per la cooperativa Aioma che ha portato uno dei maggiori esperti nazionali di patrimonio olivicolo ringrazio Fausto Malvolti e per Assam ringrazio Barbara Alfei. Una iniziativa dal valore identitario importante, simbolica in questa fase di ripartenza, anche del settore primario come veicolo per promuovere le radici della nostra cultura contadina e di promozione del territorio».

 

Giornata Internazionale dell’Olivo, il Pd presenta una mozione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X