facebook rss

«Viabilità pericolosa a Torrette,
il Comune si assuma la responsabilità»

ANCONA - Dopo l'ultimo investimento di pedoni, il commissario comunale  e vice commissario provinciale di Forza Italia, Teresa Stefania Dai Pra' sollecita al Comune interventi immediati per scongiurare altri incidenti stradali
Print Friendly, PDF & Email

Stefania Teresa Dai Pra’

 

«Ancora un grave incidente a Torrette, investita una nonna  con due bambini, 2 codici rossi e un giallo. Luogo dell’incidente sempre lo stesso, zona Flaminia, passaggio pedonale davanti  alla stazione. Forza Italia da anni sostiene l’esigenza di installare un impianto semaforico a chiamata pedonale e la presenza dei vigili nelle ore di punta. Il Comune deve assumersi la responsabilità di continui incidenti/ investimenti che avvengono in questo tratto di strada e alle Torrette». A commentare i fatti è Teresa Stefania Dai Pra’, commissario  comunale   e vice commissario provinciale di Forza Italia Ancona 

«La risposta del Comune che le strade di Torrette non sono pericolose, viene nuovamente smentita – prosegue la nota dell’azzurra – È ora di smetterla di sottovalutare la sicurezza dei pedoni e automobilisti. Lo sappiamo tutti che le Torrette non sono Portonovo ma restano anche una zona balneare ad ampia frequentazione. Spiaggia libera estesa con un unico passaggio ( sottopasso delle ferrovie) anziani, bambini e cittadini da difendere sempre. Eppure, in questi anni di parole al vento e promesse da tornata elettorale, nulla è stato fatto per il quartiere di fatto sempre più dimenticato e lasciato a se stesso. Il livello di scarsa attenzione, di investimenti dal sapore di “contentino” si scontrano con la mancanza di manutenzione, di controllo, di telecamere, di segnaletica stradale idonea e di spartitraffico  provvisori che hanno messo radici nel suolo stradale. ( vedasi maxi rotatoria ). Riteniamo pertanto necessario ricordare all’attuale Giunta comunale che la responsabilità della sicurezza stradale è di loro competenza, il controllo della segnaletica idem».

Secondo Teresa Stefania Dai Pra’ anche «la manutenzione del sottopasso cosi come è di responsabilità del Comune progettare un nuovo sottopasso per raggiungere in sicurezza la spiaggia. È responsabilità di chi gestisce una città, considerare Tutti i quartieri allo stesso modo e non suddividerli in fascia A e fascia B. In alcuni quartieri si istallano telecamere, ci si attiva per ogni esigenza e invece in altri gli investimenti vengono fatti per aumentare il disagio e traffico con le centraline che sono in lontano ricordo. Eppure i cittadini delle Torrette chiedono di veder rispettati le basi di un vivere civile e lontano dal degrado.. Probabilmente questa richiesta per il Comune è davvero troppo o la parola degrado poco conosciuta considerando che l’esempio della “ civile ribellione” Torrettana si è estesa con vigore, negli anni, in gran parte della città. – chiude il comunicato – Il Comune si svegli , intervenga immediatamente per scongiurare altri incidenti e atti vandalici figli di un degrado civile e morale. La Giunta Mancinelli si dia una svegliata! Torrette esiste e grida rispetto».

 

Investimento sulla Flaminia a Torrette: nonna e nipotini centrati da un’auto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X