facebook rss

Lite in strada tra lucciole:
trans denunciato
per falsa attestazione di identità

SENIGALLIA - I carabinieri del Radiomobile intervenuti per calmare gli animi hanno scoperto che il 26enne, di origine peruviana e residente a Rimini, era anche sprovvisto di permesso di soggiorno ma con un ricorso contro il rigetto pendente dinanzi al Tar Emilia Romagna.
lunedì 8 Ottobre 2018 - Ore 17:34
Print Friendly, PDF & Email

Lite in strada tra lucciole ai margini della Statale Adriatica nord, intervengono i carabinieri. I militari del nucleo radiomobile della compagnia di Senigallia sono accorsi la scorsa notte per sedare un bisticcio tra due prostitute. Una delle due donne, di origine sudamericana, ha dichiarato ai militari di non avere con se’ i documenti d’identità dichiarando delle generalità che hanno subito insospettito i militari. Accompagnata nella caserma di via Marchetti per accertamenti, è emersa la sua vera identità. Si tratta di un transessuale di 26 anni, di origine peruviana, sprovvisto di permesso di soggiorno ma con un ricorso contro il rigetto pendente dinanzi al Tar Emilia Romagna. Il transessuale nel frattempo è stato avviato alla questura di Rimini per i provvedimenti di competenza inoltre è stato denunciato all’autorità giudiziaria di Ancona per il reato di falsa attestazione a un pubblico ufficiale sulla identità personale.

Nel corso dei controlli del week end, inoltre, i carabinieri di Senigallia hanno denunciato un 48enne residente a Trecastelli, per guida sotto l’influenza dell’alcool. In particolare, i militari della stazione di Marzocca, dietro segnalazione di alcuni automobilisti che poco prima erano riusciti a schivare l’impatto con un’autovettura che procedeva a zig zag, sono intervenuti riuscendo a intercettare e bloccare in via della Resistenza a Montignano, una Citroen Berlingo. Il conducente alla guida del veicolo ha mostrato subito i sintomi dell’alterazione psicofisica da alcool. L’uomo aveva serie difficoltà anche a mantenersi in piedi ed i carabinieri hanno richiesto l’intervento dell’ambulanza con la quale lo hanno accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Senigallia dove è stato sottoposto ai protocolli sanitari. E’ risultato positivo all’alcool con una tasso dell’ 1,87 gr/lt. (il limite di legge è 0.50 gr/lt.) l’autovettura è stata sottoposta a fermo amministrativo ed affidata alla depositeria giudiziale. al 48enne inoltre è stata ritirata la patente che sarà inviata alla prefettura di ancona. l’uomo, oltre alla denuncia alla procura della repubblica di ancona, rischia la sospensione della patente fino a sei mesi.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X