facebook rss

Raffineria Api, vertice in Prefettura
per il piano di emergenza esterna

FALCONARA – Martedì la riunione per l'aggiornamento del piano di protezione civile in caso di incidente all'impianto di via Flaminia
domenica 28 Ottobre 2018 - Ore 16:08
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Incidenti alla raffineria Api, il prefetto Antonio D’Acunto ha convocato il tavolo per l’aggiornamento del piano di emergenza esterna. Una richiesta avanzata da mesi dall’associazione ACU Marche e sollecitata dal Popolo della Famiglia di Falconara, che riunirà intorno al tavolo tecnico il Sindaco di Falconara, Stefania Signorini , i Comuni di Ancona, Chiaravalle, Montemarciano, Camerata Picena, la Provincia di Ancona, le Forze dell’ordine, i Vigili del fuoco, l’Asur e la Centrale operativa del 118, l’Enac e Aerdorica. Nonostante i solleciti, l’incontro arriva ben oltre le scadenze, dato che il PEE doveva già essere approvato a maggio. “Abbiamo contribuito a sensibilizzare le istituzioni locali al rispetto delle normative vigenti in materia di piani di emergenza esterni e di coinvolgimento della popolazione, perché la salute dei cittadini e la sicurezza del territorio rientrano nei principi non negoziabili del Popolo della Famiglia” commenta Fabio Sebastianelli, presidente del coordinamento regionale del Popolo della Famiglia delle Marche. “Cogliamo l’occasione per ringraziare il Prefetto di Ancona e il Sindaco di Falconara Marittima per la sensibilità che hanno dimostrato verso questa fondamentale tematica” ha concluso Sebastianelli. Di segno opposto la reazione dei comitati. “Sono politicamente e personalmente indignato dal comportamento sprezzante del sindaco Signorini, dell’assessore all’Ambiente Barchiesi, del Presidente del Consiglio comunale Brandoni e del rresidente della IV Commissione consiliare (Ambiente) nei confronti del Consiglio comunale che è stato tenuto all’oscuro della convocazione della riunione in Prefettura riguardante l’aggiornamento del Piano di Emergenza Esterna in caso di incedente alla raffineria API” scrive il consigliere comunale Loris Calcina. “Ritengo che il Piano di Emergenza Esterno è e doveva essere argomento (almeno) da Commissione consiliare poiché i Consiglieri e la città devono sapere quali sono le richieste dell’amministrazione comunale e poiché anche i Consiglieri (in quanto rappresentanti dei cittadini) possono avere proposte utili per migliorare un Piano così importante per l’incolumità e la sicurezza dei cittadini. Ritengo altresì che ci sia stato tutto il tempo per conoscere, valutare e proporre in una Commissione consiliare specifica dato che una convocazione così importante da parte della Prefettura avviene con largo anticipo – continua Calcina -. Avere tenuto all’oscuro il Consiglio comunale di Falconara sui contenuti che l’amministrazione proporrà in questa importante riunione in Prefettura è una grave negligenza del sidnaco che, specularmente al suo predecessore, ha scelto di tenere i cittadini all’oscuro delle decisioni sulle problematiche più importanti che riguardano l’incolumità e la sicurezza.”

Print Friendly, PDF & Email


Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X