facebook rss

Area Vasta montana, emendamento
al Piano sanitario regionale

FABRIANO - Il segretario del Pd cittadino Francesco Ducoli apprezza l'iniziativa dei consiglieri regionali Enzo Giancarli e Fabrizio Volpini. «La nostra sanità merita la migliore forma di organizzazione possibile per garantire servizi di qualità» commenta
Print Friendly, PDF & Email

Francesco Ducoli

 

Fabriano cuore dell’Area Vasta montana. L’emendamento al nuovo Piano Sanitario Regionale per creare e istituire l’organismo è stato firmato dai consiglieri regionali Enzo Giancarli e Fabrizio Volpini e piace al segretario del Pd fabrianese, Francesco Ducoli. «Recepisco positivamente – dichiara Ducoli- l’emendamento dei consiglieri Giancarli e Volpini che hanno dato riscontro al Consiglio comunale del 27 settembre 2018, a seguito del quale il consigliere Volpini dichiarava che ‘…La richiesta di istituzione di un’Area Vasta montana merita di essere affrontata con l’istituzione di un tavolo. Credo che un’Amministrazione regionale attenta debba farsi promotrice di ciò, soprattutto perché siamo in una fase di discussione del Piano Sanitario Regionale. Credo che sia il momento opportuno…’. Ritengo che questa sia un’opportunità concreta per fare una scelta importante: abbiamo tutti la necessità di una forte presa di coscienza da parte dell’amministrazione regionale dei problemi della sanità montana, non solo per il nostro ospedale, ma per tutto il compresorio, che merita la migliore forma di organizzazione possibile per garantire servizi di qualità ed adeguate professionalità al servizio dei cittadini». Secondo Francesco Ducoli «combattere la crisi economica e lo spopolamento delle aree interne passa per la garanzia di servizi adeguati, per la creazione di opportunità, per la condivisione di prospettive; questo è il momento di fare una scelta importante e come Pd Fabriano siamo convinti che la creazione di un’Area Vasta montana rappresenti un primo passo verso la giusta direzione».

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page