facebook rss

Cibo da asporto: la consegna
con guanti, mascherine
e a distanza di sicurezza

FABRIANO - Il sindaco Gabriele Santarelli ha firmato stamattina l'ordinanza che dispone il rispetto delle misure di social distancing per gli operatori che recapitano a casa dei clienti le ordinazioni dei ristoranti. Previste multe da 400 a 3mila euro
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Operatori con guanti, mascherine e distanza di sicurezza durante la consegna a domicilio di cibi ordinati ai  ristoranti, nel rispetto delle misure di social distancing previste dai decreti del governo. E’ quanto stabilisce l’ordinanza firmata stamattina dal sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. L’atto ordina che la consegna a domicilio di alimenti da ristorazione deve essere rigorosamente svolta nel rispetto dei previsti requisiti igienico sanitari relativi anche al confezionamento e al trasporto. Intanto il recapito a casa del cliente degli alimenti deve avvenire tramite personale costantemente munito sia di guanti che di mascherine a copertura di naso e bocca. Chi consegna deve inoltre assicurare, durante le operazioni, la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e l’assenza di contatti diretti. I trasgressori saranno sanzionati secondo quanto previsto dall’art. 4 del d.l.. 25 marzo 2020, numero 19 con il pagamento di una somma da 400 a  3mila euro. La Polizia locale e le altre forze di Polizia sono incaricate si fare eseguire il rispetto dell’ordinanza sindacale.

Il sindaco Gabriele Santarelli

Non ci sono novità da segnalare invece sul fronte dei contagi da Covid 19.  «Anche oggi zero tamponi positivi. Sono circa 130 invece le persone in quarantena fiduciaria. – ricorda il sindaco – Le richieste per i buoni spesa sono arrivate a quota 700 circa e oggi ho sentito il Coordinatore d’ambito per preparare un intervento per incrementare il fondo di 166 mila euro che ci ha trasferito il Governo. Come ho detto sin dall’inizio l’obiettivo è quello di accogliere tutte le richieste senza dover stilare una graduatoria, nessuno dovrà rimanere indietro. Oggi è anche iniziata la settimana di colletta alimentare che toccherà nei prossimo giorni a turno le grandi catene di distribuzione della città. Anche il Mercato Coperto Fabriano ha organizzato una raccolta. Non molliamo! Più sacrifici facciamo adesso e prima potremo tornare ad abbracciarci».

(Ultimo aggiornamento alle ore 20.14)



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page