facebook rss

La sfida social di Eva: con il ‘coronaquiz’
canta e fa divertire Polverigi

COVID 19 -La cantante di 24 anni ha inventato un game show interattivo che in un sabato sera di quarantena, ha calamitato in diretta Facebook l'attenzione di 60 concittadini. Loro indovinavano il brano seguendo gli indizi, lei lo eseguiva. Si replica martedì e giovedì prossimi
Print Friendly, PDF & Email

Eva Capomagi

 

 

Movida azzerata, piazze deserte. Nei sabato sera di quarantena per il Covid 19 c’è chi organizza gli aperitivi in videoconferenza con gli amici e chi si inventa un ‘coronaquiz’ sui social media. L’idea è venuta a Eva Capomagi, una cantante di 24 anni di Polverigi che ieri  dalle 21.15 è riuscita a far restare connessi sulla pagina Facebook del gruppo di Polverigi Today, ben 60 internauti per la serata di esordio del suo game-show dal vivo e interattivo. «Il video della diretta è stato visto da 400 persone ad oggi – racconta Eva  al culmine della soddisfazione- La musica é un po’ l’elemento che ha unito e unisce tutti quanti in questo momento critico. Per questo motivo abbiamo ideato un momento ludico/musicale per spezzare la routine della quarantena. In sostanza il ‘coronaquiz’ è una diretta fb che faccio partire su quel gruppo Fb alla quale tutti possono partecipare essendo un gruppo aperto»,. La ‘prima’ oltre alle adesioni ha registrato consenso e divertimento.

«Sono stata contenta di avere la partecipazione di compaesani perché quello era lo scopo dell’iniziativa.  – ammette la cantante – Le persone che partecipano alla diretta dovevano indovinare il cantante e la canzone da me scelta attraverso degli indizi che fornivo nel video in diretta. Una volta indovinato il titolo della canzone, io intepretato il brano scelto, cantandolo». Un’esperienza da ripetere, garantisce Eva. Si replica martedi e giovedi prossimi «sempre di sera a partire dalle 21.15 ma non escludo di condurre qualche altra serata extra. – anticipa- E’ un’iniziativa che potrebbe allietare le sere di tante persone che magari sono sole o anche in famiglia ma che hanno bisogno di un momento di svago in questo momento di lockdown».



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X