facebook rss

Regionali, l’affluenza cresce di 10 punti
Proiezioni: Acquaroli avanti di 5

MARCHE 2020 - Primi dati con una copertura del 3% forniti da Swg. Il candidato del centrodestra che era dato dagli exit poll tra il 47% e il 51%, ora è al 43,8. Mangialardi invece è al 38,7%. Terzo Mercorelli con l'11%. Lo scrutinio partirà subito dopo quello del referendum
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra: Francesco Acquaroli (centrodestra) ha votato a Potenza Picena. Maurizio Mangialardi (centrosinistra) ha votato a Senigallia

 

AGGIORNAMENTO DELLE 17 – Prime proiezioni sul voto nelle Marche: diminuisce il divario tra Francesco Acquaroli e Maurizio Mangialardi. I dati sono stati forniti da Swg con una copertura del 3%. Acquaroli sarebbe primo col 43,8%, Mangialardi secondo col 38,7% e terzo Mercorelli con l’11%. Rispetto agli exit poll, dunque, si sarebbe quasi dimezzato il distacco del candidato di centrodestra (che era dato tra il 47% e il 51%) rispetto al candidato di centrosinistra (che era dato tra il 34% e il 38%).

***

Largo il distacco del candidato di centrodestra Francesco Acquaroli rispetto al suo competitor di centrosinistra Maurizio Mangialardi. Sono questi i primi risultati che emergono dagli exit poll sulle Regionali diffusi dopo la chiusura delle urne. Acquaroli è dato tra il 47% e il 51%,  Mangialardi tra il 34% e il 38%. Il candidato del M5S Mercorelli oscillerebbe fra il 7% e il 9%, più indietro Roberto Mancini (Dipende da Noi), tra il 1,5% e il 3%. L’affluenza definitiva si è invece attestata al 59,69% con poche sezioni ancora da scrutinare. Quasi dieci punti in più rispetto al 2015, quando fu del 49,78% e si votò in un solo giorno (31 maggio). Allora Ceriscioli vinse col 41,07%, Acquaroli ottenne un terzo posto con il 18,98%, secondo Giovanni Maggi del M5S con il 21,78%.

(in aggiornamento)

Gian Mario Mercorelli Movimento 5 stelle) ha votato a Tolentino

Sabrina Banzato (Vox) alle urne

Fabio Pasquinelli



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X