facebook rss

Autopsia sulla pedagogista
deceduta dopo il vaccino

CASTELFIDARDO – Sarà eseguita stamattina all’ospedale di Torrette su richiesta dei familiari di Annunziata Brandoni per far luce sulle cause della morte avvenuta a 78 anni sabato scorso, due settimane dopo l’inoculazione del richiamo del siero anti-Covid. I funerali fissati per giovedì pomeriggio nella chiesa delle Crocette
Print Friendly, PDF & Email

La pedagogista Annunziata Brandoni

 

 

Si terranno giovedì prossimo, 13 maggio, alle ore 16 nella chiesa delle Crocette di Castelfidardo i funerali di Annunciata Brandoni, la pedagogista ed ex dirigente scolastica fidardense di 78 anni deceduta sabato scorso. Circa due settimane fa, alla donna con patologie pregresse era stata inoculata la seconda dose del vaccino anti Covid Moderna e le sue condizioni di salute sarebbero peggiorate nei giorni successivi fino ad arrivare alla morte. Per questo motivo i familiari, il marito Fulvio Saracini e i figli Nadia e Alessandro, hanno chiesto ai medici di eseguire l’autopsia  per far luce sulle cause del decesso. L’esame autoptico sarà effettuato questa mattina all’ospedale regionale di Torrette. La camera ardente sarà allestita e visitabile da domani mattina alle 12 nella casa del commiato ‘Alba Nova’ di via Bramante a Castelfidardo. Sono state tante le attestazioni di affetto rivolte alla famiglia dell’educatrice dopo la notizia della sua scomparsa. «Ho un ricordo speciale di Nunziatina, di chi voleva aiutare prima di tutto i ragazzi. Nel farlo era mamma che comprendeva a pieno il valore e la centralità della scuola e allo stesso tempo era insegnante che riponeva la giusta attenzione alla famiglia. – rammenta il sindaco di Castelfidardo, Roberto Ascani nel suo messaggio di cordoglio sui social media – Era prima di tutto educatrice ma con una straordinaria sensibilità verso i più fragili. Verso i politici lanciava sempre un monito a considerare la didattica come un fondamentale strumento di emancipazione sociale e di giustizia. Fra gli innumerevoli contributi nel mondo scolastico dobbiamo ricordare la grande intuizione dell’indirizzo Montessoriano. Ho il grande rammarico che Castelfidardo non sia riuscito ad assegnarle la meritata benemerenza anche se Nunziatina non dava particolare importanza ai riconoscimenti, piuttosto credeva nel costante dialogo. Un profondo cordoglio ai suoi cari e la speranza che noi tutti faremo tesoro dei suoi grandi insegnamenti».

Lutto nel mondo della scuola: è morta Annunziata Brandoni

‘La città educante’, Castefidardo si schiera dalla parte dei bambini

Bulli in classe: istruzioni per l’uso con la pedagogista Brandoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X