facebook rss

Addio a Luca Palmieri
vinto dalla leucemia a 43 anni

CASTELFIDARDO - Commozione e sgomento in città per la scomparsa del dipendente di Acquambiente Marche avvenuta la scorsa notte all'ospedale di Osimo. Giovedì mattina i funerali nella chiesa di Sant'Agostino
Print Friendly, PDF & Email

Luca Palmieri

 

 

E’ impossibile riassumere e definire con un solo aggettivo l’energia che ha animato Luca Palmieri per tutta la sua breve vita, soprattutto dopo la scoperta della malattia, sconfitta una prima volta tanti anni fa e poi ritornata più aggressiva da qualche mese. Il 43enne di Castelfidardo se n’è andato nella notte appena trascorsa all’ospedale di Osimo dove era ricoverato per il riacutizzarsi di una forma di leucemia. La sua vicenda umana, conclusa troppo presto, ha commosso Castelfidardo, ha lasciato senza parole le tante persone che lo conoscevano, gli volevano bene e che gli sono rimaste accanto in questo percorso di sofferenza. Oggi si stringono tutti in un abbraccio ideale attorno ai suoi familiari addolorati, alla madre Giuseppina, alla sorella Giuliana e ai fratelli Luciano e Valentino.

Luca, dipendente di Acquambiente Marche, sentiva nel cuore una straordinaria voglia di vivere e fino alla fine ha sperato di potercela fare, di poter continuare a inseguire i suoi sogni. E’ tornato all’ospedale quando ormai le forze lo stavano abbandonando del tutto, tanto da raccontare solo poche settimane fa sui social, con parole lucide e da brividi, di contare ormai i suoi giorni perché le cure non facevano più effetto, esprimendo il desiderio di poter riposare per sempre nell’infinito, nel cosmo. I funerali saranno celebrati giovedì 21 luglio, alle ore 9 nella chiesa di Sant’Agostino di Castelfidardo, la parrocchia di riferimento della famiglia Palmieri. La camera ardente sarà aperta alle visite da domani mattina nella casa del commiato ‘Alba Nova’-Virgini di via Bramante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X