Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

«All’ex Lancisi un centro
per la formazione professionale
con lo studentato»

ANCONA – E’ la proposta di recupero dell’ex ospedale cardiologico che arriva da Carlo Ciccioli, capogruppo regionale di FdI. «Valutabile la possibilità di un accordo fra l’Azienda ospedaliera universitaria delle Marche e Regione per la gestione sinergica o l’acquisto, a un prezzo simbolico, da parte della Regione stessa, con l’utilizzo dei fondi Pnrr o della Programmazione Europea»

Ex Lancisi

 

All’ex Lancisi potrebbe sorgere un grande centro regionale dedicato alla Formazione nelle Marche. Dove poter svolgere corsi professionali promossi dall’Ente Regionale, nell’ambito della Programmazione Europea e non solo, e un luogo da poter mettere a disposizione per le Associazioni che operano in questo strategico e importante settore. «Questo uno degli scenari plausibili futuri per l’ex Lancisi di Ancona. – ipotizza Carlo Ciccioli, capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche – Si potrebbe valutare la possibilità di un accordo fra l’Azienda ospedaliera universitaria delle Marche e la Regione per la gestione sinergica o l’acquisto, a un prezzo simbolico, da parte della Regione stessa. Utilizzando fondi Pnrr o della stessa Programmazione Europea per recuperare l’ex ospedale cardiologico e dargli, così, una nuova vita. Ma non fine a sé stessa, quanto piuttosto un edificio funzionale, un centro di Alta Formazione a servizio dell’intera Regione, utilizzando una parte dell’edificio con uno studentato come avanzato dal nostro candidato sindaco, Daniele Silvetti».

A livello regionale – ricorda Ciccioli – si avverte la necessità di un edificio poliedrico che possa rappresentare« il luogo dove formare le nostre giovani generazioni e dove poter proporre corsi professionali in diversi ambiti e settori. Basti ricordare che per quel che riguarda la sola programmazione settennale ci sono 28 i milioni di euro destinati agli interventi per migliorare la qualità dell’istruzione e della formazione, ai quali si aggiungono 16 milioni di euro per l’apprendimento permanente».

Il capogruppo regionale di FdI ricorda inoltre che sono stati confermati anche «10 milioni di euro per promuovere politiche attive di sostegno all’occupazione giovanile e 34 milioni di euro per interventi contro la dispersione scolastica e la realizzazione di percorsi per promuovere il completamento dell’istruzione e della formazione. Senza dimenticare, in ultimo, che l’ex Lancisi potrebbe rappresentare un luogo fisico a disposizione, in affitto, degli Enti accreditati, delle associazioni e per svolgere riunioni e convegni» conclude Ciccioli.



Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X