facebook rss

Portonovo, lottizzazione abusiva
del camping: tutti assolti

ANCONA - Dal giudice Alberto Pallucchini «perchè il fatto non sussiste». Gli imputati, che hanno dovuto anche subire un processo per abusi edilizi, erano sette, tra dirigenti del Comune, ex presidente della cooperativa che gestisce il camping, costruttori e ingegneri. L'area è chiusa dal 2010
giovedì 7 Marzo 2019 - Ore 19:28
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso del camping

 

di Federica Serfilippi

Lottizzazione abusiva del camping di Portonovo: tutti assolti gli imputati. La sentenza è stata emessa questo pomeriggio dal giudice Alberto Pallucchini e mette fine definitivamente a un’odissea giudiziaria iniziata nel giugno 2010 con il sequestro del campeggio. Questo che si è concluso oggi è il secondo procedimento legato all’area “Il Conero”. In precedenza, si era tenuto un processo dove la procura contestava il reato di abusi edilizi. Anche in quel contesto, il giudice aveva emesso una sentenza assolutoria. In entrambi i casi, la procura aveva portato alla sbarra sette imputati: il dirigente del Comune di Ancona Giacomo Circelli, il tecnico comunale Marco Sturari, i costruttori Marco Battaglini e Gilberto Trabocchi, il geologo Marco Chielli, il direttore dei lavori Maurizio Talevi e Orlando Natalucci, ex presidente della cooperativa che coordinare le attività del campeggio. Durante la requisitoria per la tranche della lottizzazione, il pm aveva chiesto il proscioglimento degli imputati, ma la confisca del camping. Ciò avrebbe significato il ritorno dell’area verde all’Ente Parco del Conero e avrebbe estromesso di fatto la giurisdizione della cooperativa, parte civile a quest’ultimo processo con l’avvocato Riccardo Leonardi. La vicenda del campeggio è finita anche al Tar, tribunale a cui si era rivolta la cooperativa contro la negazione della sanatoria firmata dal Comune dorico riguardante il rifacimento della pavimentazione e alcuni manufatti dichiarati incompatibili con lo sfondo paesaggistico del parco. Nel gennaio 2018, i giudici avevano accolto parte dei ricorsi presentati dalla cooperativa, facendo aprire uno spiraglio per un’apertura estiva. Poi saltata. Ora, con la sentenza assolutoria che ha spazzato via le nubi di una possibile confisca, è possibile che i progetti legati al camping possano ripartire senza intoppi. Comune, Ente Parco e Soprintendenza permettendo.

Campeggio “Il Conero” di Portonovo: può riaprire questa estate

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X