facebook rss

Raffiche di vento e mareggiate,
divorata la costa
di Marina di Montemarciano (Foto)

DANNI alle strutture ricettive e agli chalet. Il Comitato insorge, il sindaco Bartozzi costretto a chiudere la strada
Print Friendly, PDF & Email

Il lungomare di Marina di Montemarciano allagato

di Talita Frezzi

Forti raffiche di vento e la forza del mare di Levante hanno sferzato la costa nella notte. Le onde, altissime e lunghe, hanno invaso il lungomare Buglioni di Marina di Montemarciano, dove si sono registrati ingenti danni soprattutto agli chalet e alle attività commerciali situate a ridosso della spiaggia. Il maltempo ha flagellato tutta la costa e più in generale tutta la regione, ma a Marina di Montemarciano l’allarme si trasforma in rabbia, perché questa ennesima grave mareggiata notturna ha provocato danni ingenti che si potevano evitare se solo fossero state rispettate le promesse fatte dagli amministratori regionali. Il Comitato Ultima Spiaggia insorge, dopo aver postato le immagini del disastro e di un tratto di lungomare che praticamente non c’è più.
«Il progetto della scogliera sta andando avanti, sembra in modo positivo, ma l’iter burocratico lungo e macchinoso ci sta rallentando, i lavori dovevano essere fatti ieri e non domani – dice Alberto Berardi presidente Oasi Confartigianato – siamo in piena crisi, nessuno ci rimborsa e spendiamo continuamente. Se vogliono farci morire, come lungomare di Marina, basta dirlo che ce ne andiamo a lavorare da un’altra parte. Ho subìto molti danni all’esterno del locale, ma altre attività hanno subìto allagamenti e danni anche all’interno. Vogliamo solo sapere – conclude Berardi – se faranno le scogliere, quando con una data precisa e se vogliono salvare Marina. Servono le scogliere a largo e 30-40 metri di ripascimento, e servono urgentemente».
A mezzogiorno verrà a fare un sopralluogo l’onorevole Luciana Sbarbati, presidente del Comitato Ultima Spiaggia. Nottetempo il sindaco Damiano Bartozzi insieme al vicesindaco Andrea Tittarelli e al presidente del consiglio comunale Paolo Magrini, alla polizia locale e agli operai del Comune ha effettuato un sopralluogo fino all’una e disposto la chiusura della strada e dei sottopassi. Una misura necessaria a causa delle ondate di fango e ghiaia che hanno invaso la strada, rendendo pericolosa la circolazione.

«Questa mattina sono andato a verificare i danni e appena il mare si calmerà inizieremo a pulire le carreggiate in modo che la circolazione possa tornare regolare – dice il sindaco Damiano Bartozzi – purtroppo le condizioni del mare sono ancora difficili, è molto mosso ed è impressionante la forza che sprigiona il Levante. Gli operai del Comune stanno lavorando per riaprire la strada, che è piena di detriti. Non siamo ancora riusciti a verificare eventuali danni apportati alle strutture. In attesa di dare attuazione ai lavori di difesa della costa per i quali saranno stanziati 12 milioni di euro per il tratto Rocca Priora e Montemarciano nord – conclude il primo cittadino di Montemarciano – a questo punto non sono più procrastinabili interventi di difesa temporanea in previsione dei prossimi mesi invernali». Il sindaco Bartozzi nei prossimi giorni sarà ascoltato dal governatore Luca Ceriscioli sulle problematiche della costa. 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X