facebook rss

Parchi aperti dal 7 maggio, spiagge dal 18:
«Ma sport collettivi e aree gioco
per i bimbi rimangono off limits»

ANCONA - Le disposizioni contenute nell'ordinanza firmata dal sindaco Mancinelli per disciplinare la Fase 2. Sul litorale, inaccessibile nel weekend, saranno anche interdetti alcuni sottopassi che non consentono di mantenere la distanza di sicurezza. La vigilanza sarà garantita dalla polizia locale
Print Friendly, PDF & Email

 

di Federica Serfilippi

Parchi accessibili dal 7 maggio, spiagge dal 18. Ma con le dovute precauzioni e la polizia locale a vigilare sul rispetto delle regole e del distanziamento sociale. E’ stata firmata questa mattina l’ordinanza annunciata ieri sui social dal sindaco Mancinelli per disciplinare la Fase 2 nel capoluogo dorico. Le passeggiate sul litorale saranno consentite tra poco più di due settimane, ma in solitaria. Non saranno concessi, invece, gli sport collettivi. Verranno anche interdetti alcuni sottopassi tra Torrette e Palombina che non consentono il rispetto della distanza di sicurezza tra i pedoni. Stando a quanto riportato nell’ordinanza sindacale, «fino al 6 maggio è vietato completamente l’accesso a parchi e ad aree verdi pubbliche». Il via libera è dal giorno successivo. L’ingresso è consentito dalle 7,30 alle 20,30 con conseguente divieto di accesso nelle ore notturne.  «L’accesso  è condizionato al rigoroso rispetto delle prescrizioni. «Quindi – si legge nell’ordinanza –  è fatto divieto di ogni forma di assembramento e affollamento di persone; è obbligatorio mantenere distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. E’ inoltre, vietato l’utilizzo delle aree attrezzate per il gioco dei bambini laddove presenti nei parchi, aree verdi ed in aree pubbliche ove siano presenti attrezzature per il gioco dei bambini. E’ consentito svolgere individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti, attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività. Restano comunque vietati i giochi o sport collettivi o di squadra».

La Cittadella prima del lockdown

Per quanto riguarda le spiagge, sono interdette fino al 17 maggio. La riapertura è prevista dal 18. Ma nel fine settimana – dunque festivi e prefestivi – l’accesso al litorale sarà off limits. L’ordinanza ricorda il  divieto di ogni forma di assembramento e affollamento di persone; l’obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale; il divieto di utilizzo delle aree attrezzate per il gioco dei bambini. E’ consentito svolgere individualmente (o con la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti) attività sportiva o attività motoria, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività. Sono vietati i giochi di squadra e gli sport collettivi. I gestori degli stabilimenti balneari potranno sempre accedere nelle loro concessioni per i lavori di manutenzione, come consentito dalle disposizioni statali e regionali. Dal 18 maggio alcuni sottopassi lungo la Flaminia nel tratto compreso tra Torrette e Palombina saranno interdetti poichè non consentono il rispetto delle distanze di sicurezza interpersonali. Si tratta del sottopasso ferroviario con accesso da via Flaminia all’altezza del piazzale Romita, davanti al civico 386 (ufficio Poste),  al civico 393 e  al civico 399. Per quanto riguarda i 13 cimiteri comunali, saranno riaperti a partire dal 4 maggio. L’ingresso sarà consentito solamente alle persone dotate di mascherina protettiva e guanti. Al link l’ordinanza completa spiagge/parchi.

Fase 2, Mancinelli: «Riapriamo i parchi Passeggiate sulla spiaggia eccetto che nei week end» (Video)

Ad Ancona cimiteri aperti dal 4 maggio «Si entra solo con la mascherina»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X