facebook rss

Il sottotenente Federico Pellegrini
lascia il comando
dei carabinieri di Cerreto D’Esi

ARMA BENEMERITA - Dopo la promozione, sarà assegnato a nuovo incarico l'ufficiale che nel 2013, grazie ad approfondite indagini, aveva contribuito all'arresto di un cittadino tunisino coinvolto nell’attentato al teatro “Bataclan” di Parigi
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Con la nomina ad ufficiale, lascia il Comando della Stazione di Cerreto D’Esi il neo sottotenente Federico Pellegrini. Arruolatosi nel 1989, ha maturato importanti esperienze di servizio presso le Stazioni Carabinieri di Monte San Savino e San Giovanni Valdarno, Matelica per poi, dal 2003, diventare Comandante della Stazione di Cerreto D’Esi. In tale ruolo ha ottenuto importanti risultati, garantendo nel tempo alla giustizia numerose persone responsabili di reati. Tra le tante operazioni di servizio, merita di essere menzionata quella del marzo 2007, con la quale veniva arrestato un italiano, da tempo residente in Francia, che era tornato a Cerreto D’Esi armato di un fucile e munizioni con l’intendo di sparare alla moglie dalla quale si stava separando; o ancora del marzo 2011 con l’arresto in flagranza di reato di un cittadino egiziano tramite l’applicazione, per la prima volta nella provincia di Ancona dalla sua entrata in vigore, del reato di “atti persecutori”.

Il sottotenente Federico Pellegrini

Forte spinta ha dato poi all’attività di controllo del territorio ed a quella informativa tanto da permettere, nel marzo 2013, di dare un importante contributo all’identificazione di un cittadino tunisino, già residente a Cerreto D’Esi, facente parte attiva di un’organizzazione terroristica internazionale di matrice islamica e poi risultato tra gli ideatori e organizzatori dell’attentato al teatro “Bataclan” di Parigi. Grande rilevanza mediatica ha avuto, anche l’attività posta in essere nell’aprile 2018 che permetteva di individuare e deferire all’A.G. un cittadino marocchino, in possesso di materiale riconducibile ad organizzazioni terroristiche internazionali di matrice islamica, con conseguente allontanamento dello stesso dal territorio nazionale con decreto emesso dal Ministro dell’Interno per motivi di sicurezza nazionale. Pellegrini, nel ruolo di Comandante di Stazione, è stato particolarmente apprezzato dalla popolazione di Cerreto D’Esi e dalle autorità locali per la spiccata professionalità e la naturale vicinanza dimostrate nei confronti di chiunque gli abbia chiesto ausilio, anche per un semplice consiglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X