facebook rss

Mototerapia in reparto,
Vanni Oddera regala un sorriso
ai bambini ricoverati al Salesi

ANCONA - Su iniziativa dell'associazione “Onlus Progetto Gaia”, mercoledì i piccoli pazienti percorreranno sulle moto elettriche insieme al campione di motocross freestyle il corridoio del reparto/day hospital dell’Oncoematologia Pediatrica
Print Friendly, PDF & Email

Vanni Oddera in una delle sue iniziative benefiche a favore degli ospedali pediatrici (foto www.vannioddera.it)

 

Su iniziativa dell’associazione “Onlus Progetto Gaia”, mercoledì prossimo, 10 novembre, alle ore 10, i bambini ricoverati presso il reparto di Oncoematologia Pediatrica del ‘Salesi’ riceveranno la visita del campione di motocross freestyle Vanni Oddera. Il pilota, impegnato sin dal 2009 in iniziative benefiche in favore di associazioni di disabili, nell’anno 2014, dopo essersi recato per la prima volta con una moto elettrica in un reparto ospedaliero per soddisfare il desiderio di un bambino malato oncologico, ha promosso il progetto “Freestyle Hospital” fondato sull’attività ludico-motoria della mototerapia in ospedale.

La mototerapia, come riportato anche in recenti studi pubblicati su “European Journal of Integrative Medicine”, porta ai ragazzi evidenti benefici in quanto non si tratta di pura esperienza ludica, ma di una terapia complementare che migliora lo stato psico-fisico del paziente e della sua famiglia. Oggi tanti ospedali italiani hanno adottato la mototerapia in reparto come appuntamento fisso (Ospedale Gaslini di Genova, Santa Margherita di Torino, Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Istituto Tumori di Milano) per sostenere i ragazzi e le loro famiglie durante il percorso della malattia. In questa prima visita presso l’Ospedale Salesi, Vanni Oddera ed un secondo pilota – accompagnati dal referente del team e da due rappresentanti del Gruppo VR46 di Valentino Rossi – in tutta sicurezza e nel rispetto delle misure igienico-sanitarie previste dalle procedure aziendali, faranno salire i pazienti sulle loro due moto elettriche ed insieme percorreranno il corridoio del Reparto/Day Hospital dell’Oncoematologia Pediatrica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X