facebook rss

Incidente alla piattaforma Eni,
la procura nomina un consulente
Iniziato il recupero della gru

ANCONA - Questi gli ultimi aggiornamenti relativi alla tragedia che lo scorso martedì ha ucciso Egidio Benedetto mentre stava manovrando la gru per delle operazioni di trasbordo di una bombola di azoto. Ieri, i primi accertamenti dell'ingegnere Gabriele Annovi, nominato dal pm Irene Bilotta per indagare sulle cause dell'incidente sul lavoro
sabato 9 Marzo 2019 - Ore 13:53
Print Friendly, PDF & Email

La bombola di azoto sulla piattaforma

 

Incidente alla piattaforma Eni, iniziate le operazioni peritali dell’ingegnere Gabriele Annovi, consulente nominato dalla procura per capire le cause che hanno portato al dissesto della gru che stava manovrando martedì mattina. I rilievi sono cominciati ieri al fianco  dei tecnici della Guardia Costiera. Questa mattina, alle ore 07.30 hanno avuto inizio, a circa 13 miglia al largo del comune di Senigallia ed a una profondità del mare di circa 35 metri, le operazioni di imbragatura del braccio della gru rimasta incastrata sotto la chiglia del Supply Vessel ALINE B, a mezzo di ROV e sommozzatori. Alle ore 11.30, il braccio della gru ed il relativo cavo di tenuta, sono stati agganciati dai mezzi di sollevamento della Nave MAMTA, la quale farà rotta verso fondali più bassi al fine di facilitare il completo recupero a bordo di tutto il materiale. Alle ore 12.00 il Supply Vessel ALINE B, effettuati positivamente i test di navigabilità ed ai motori principali, ha iniziato la navigazione verso il porto di Ancona con a bordo la bombola di azoto caduta dalla piattaforma. Oggi, intanto, l’ultimo saluto alla vittima, Egidio Benedetto. I funerali del 63enne abruzzese si terranno nella chiesa di San Giuseppe, a San Salvo (Chieti).

Incidente sulla piattaforma, ipotesi errore organizzativo del lavoro

Incidente sulla piattaforma Eni: trovato senza vita il corpo del disperso

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X